Commenta

Come gocce d’acqua
che formano
un fiume di idee

bando-chiarini-2015-ev

Nella foto, studenti e docenti di Gualtieri premiati in biblioteca

CASALMAGGIORE – Come gocce d’acqua che formano un fiume di idee. Così le avrebbe viste Umberto Chiarini, così le ha ribattezzate il figlio Damiano. Sono i progetti scolastici premiati sabato mattina in Biblioteca Civica Mortara a Casalmaggiore nell’ambito del bando “Ambiente e Territorio” intitolato alla memoria del compianto ambientalista di Fossacaprara, la cui eredità di insegnante è stata raccolta da colleghi che proprio nelle scuole del comprensorio affacciato sul fiume Po hanno dato vita ad iniziative degne di ottenere il contributo fissato dal bando.

Il primo riconoscimento (1000 euro) consegnato dall’associazione Persona Ambiente e introdotto dal professor Mauro Ferrari, è andato al progetto elaborato dal Liceo Scientifico Sanfelice di Viadana: “Paesaggio, trasformazioni e speranze progettuali” con le professoresse Neri SaccaniPaola Longari come referenti. Obiettivo dell’iniziativa, la riqualificazione pratica e simbolica di un orizzonte territoriale profondamente cambiato nel corso degli anni.

Seconda idea premiata (800 euro) quella della scuola prima di Martignana di Po col progetto “L’Isola Maria Luigia: colori, profumi e suoni” con le professoresse Anna PistoniCarla Palumbo, focalizzato sullo studio dell’area golenale. Terzo riconoscimento (500 euro) alla scuola primaria di Felonica, nel mantovano: “Te.Ma.Acqua Terre Mani Acqua: il lavoro del passato per bonificare i terreni” con Annalisa Bazzi. Menzione speciale della giuria (e contributo di 200 euro) all’Istituto Comprensivo di Gualtieri per il progetto “I mestieri del Fiume dalla Storia di un uomo alla rinascita dell’ambiente”, avente come referente la professoressa Patrizia Vezzani.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti