Commenta

Golena impraticabile,
spuntano i cartelli e
l’invito alla prudenza

golena-cartelli_ev

Nella foto le condizioni della golena e uno dei cartelli

CASALMAGGIORE – Inizialmente si era addirittura pensato di emanare un’ordinanza di chiusura della golena. Alla fine, la soluzione è stata meno drastica, ma comunque importante, anche per evitare problemi gravi come quello che si verificò, nell’inverno 2014, tra Martignana e Gussola, sempre in riva al fiume Po, quando un ciclista incautamente sfidò il terreno fangoso della golena, allentato dalle forti piogge, e si ritrovò impantanato nelle sabbie mobili fino al bacino, costretto a chiamare i soccorsi, con i Vigili del Fuoco e l’ambulanza giunti sul posto ad aiutare lo sfortunato avventuriero.

Nella tarda serata di venerdì il comune di Casalmaggiore ha posizionato, all’entrata della golena in varie zone del territorio, cartelli che scoraggiano i visitatori, i turisti o anche semplicemente gli amanti della natura, ad addentrarsi laddove la situazione del terreno sia instabile o comunque poco sicura. In realtà la cartellonistica segnala il pericolo di caduta rami, dunque un disagio eventualmente differente da quello indicato poco fa, ma va detto che, parlando con gli stessi operai del comune, anche il problema della cosiddetta “impraticabilità” della golena, stante il fondo insidioso, è ben presente e sentito.

Anche per questo motivo sabato mattina la lezione del corso per le Guardie Ecologiche Volontarie, che era stata fissata all’aperto proprio in territorio golenale, è stata sospesa e rinviata a data da destinarsi. L’invito, insomma, è alla prudenza, per evitare di ritrovarsi brutte sorprese, come già capitato in passato e per proteggere la propria incolumità. Non è invece a rischio la gara Eridano Adventure, che peraltro ha già approntato un un piano-b in caso di necessità, con un percorso differente rispetto a quello originario, che verrà prescelto nel caso in cui gli organizzatori lo ritengano necessario il prossimo 1° marzo, giorno della competizione. Mancano ancora due settimane, del resto, e c’è tutto il tempo perché il terreno anche golenale possa stabilizzarsi.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti