Commenta

Expo e le eccellenze:
il Gal si prepara
su agricoltura Bio e Blu

gal-oglio-po-convegno-ev

Nella foto una riunione del Gal Oglio Po

CALVATONE –  Il progetto “Le eccellenze del territorio cremonese per EXPO 2015”, coordinato dalla Camera di Commercio di Cremona, è un’importante occasione di valorizzazione e promozione del territorio cremonese, riconosciuto da Regione Lombardia con un contributo a sostegno dell’attrattività lombarda. Nell’ambito del progetto, il GAL Oglio Po terre d’acqua, con sede nel Casalasco a Calvatone, ha previsto un percorso di valorizzazione sui temi dell’agricoltura biologica, conservativa e sulla bonifica idraulica.

La prima tappa è rappresentata da un Convegno Nazionale, che si terrà a Cremona il 3 Marzo 2015. Organizzato in collaborazione con l’Università Cattolica del Sacro Cuore, il convegno pone alcune questioni chiave sull’agricoltura biologica e l’agricoltura blu. Quali sono le politiche, gli impegni e le iniziative su questi temi in Europa, in Italia e in Lombardia? La pratica del biologico, è un’alternativa, un’innovazione o una necessità? Il sistema agricolo e le pratiche non convenzionali: quali sono le opportunità? Dando voce agli operatori del settore, che sfide, difficoltà e risultati emergono?

Il Convegno coinvolge Regione Lombardia (Albert Lugoboni), l’INEA-CRA (dalla recente unione dell’ Istituto nazionale di economia agraria con il Consiglio per la ricerca e la sperimentazione in agricoltura), l’Università Cattolica del Sacro Cuore (Gabriele Canali, Giulio Mela, Vincenzo Tabaglio, Fabio Antoldi), FederBio (Presidente Paolo Carnemolla), per consentire un approfondimento a 360 gradi dell’agricoltura biologica e conservativa (chiamata anche, agricoltura blu). La tavola rotonda tra le associazioni di categoria, moderata dal giornalista Giannantonio Armentano, prevede interventi di Antonio Sposicchi (Direttore Nazionale di Anabio, CIA Nazionale), Ettore Prandini (Vice Presidente Nazionale Coldiretti e Presidenti Coldiretti Lombardia); Matteo Lasagna (Presidente Confagricoltura Lombardia) e Fabio Perini (Vice Presidente Nazionale Fedagri).

Tra i casi rappresentativi sul tema, parteciperanno al dibattito: la Comunità Ebraica di Milano (nell’ambito del progetto Rimon, sostenuto da Fondazione Cariplo, dedicato anche alla promozione della certificazione Kasher quale opportunità di diversificazione per le imprese agricole); e le esperienze degli operatori che racconteranno bisogni e aspettative (Iris Bio, Cà de’ Alemanni e Salumificio Pedrazzoli). Al termine del Convegno (9.00-13.00, in Sala Maffei della CCIAA Cremona), il GAL ha organizzato visite guidate presso le Aziende Bio del territorio: i posti sono limitati e gli interessati devono prenotarsi inviando una mail a servizio.tecnico1@galogliopo.it

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti