Commenta

“Più attenzione
sul luogo di lavoro”:
apre la sede Anmil

anmil-ev

Nella foto, l’inaugurazione della nuova sede Anmil di Casalmaggiore

CASALMAGGIORE – Solamente a Casalmaggiore sono un centinaio le persone coinvolte in infortuni sul lavoro che arrivano a comprenderne 4000 in tutta la provincia di Cremona. Un dato significativo, anche se per fortuna in diminuzione, che deve tenere la questione sempre al centro dell’attenzione delle istituzioni e della collettività. Questa una delle ragioni che ha spinto l’Anmil (Associazione Nazionale Lavoratori Mutilati e Invalidi del Lavoro) ad aprire una sede a Casalmaggiore. Sabato mattina, intorno alle ore 10 nell’edificio del Concass di via Corsica, si è tenuto il taglio del nastro alla presenza del sindaco Filippo Bongiovanni, di due consiglieri comunali, Pierfrancesco Ruberti e Pierluigi Pasotto, e alcuni operatori che lavoreranno negli uffici. A favorire l’iniziativa, il referente locale Marco Zani che si avvarrà della competenza di Agostina Omo.

Dopo la benedizione impartita da don Cesare Nisoli ha preso la parola il vicepresidente provinciale dell’Anmil, Enzo Franzini. Appassionato e coinvolgente il suo intervento che è partito coi ringraziamenti al sindaco per l’attenzione ricevuta e la sensibilità dimostrata nel rilascio delle autorizzazioni all’apertura di un ambiente che pone al centro della propria attività un tema di interesse collettivo. “Stimolare l’opinione pubblica per una maggiore sensibilizzazione ed attenzione sui luoghi di lavoro è un dovere che deve coinvolgere tutti. Magari partendo dalle scuole dove agli studenti, impartendo le norme di prevenzione, si riuscirebbe nel medesimo tempo ad instillare la meditazione, la ragionevolezze e la prudenza”. Dopo l’intervento del sindaco che ha confermato piena disponibilità  verso l’associazione, Franzini ha ricordato che gli uffici sono aperti a tutti per ogni tipo di pratica fiscale ed assistenza previdenziale.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti