Commenta

Calcio Oglio Po,
tengono banco grandi
sfide per la salvezza

viadana-calcio-evid

Nella foto il Viadana, in campo in uno dei pochi match “nobili”

Tengono banco diversi scontri salvezza in un turno che, con il riposo accordato alla Cannetese in Terza categoria dal calendario, vede impegnate “soltanto” otto squadre delle nove comprensoriali. Un match senza ritorno è decisamente quello che si giocherà a San Nicolò, nel Piacentino, tra Baby Brazil e Casalese per il girone A di Prima categoria Emilia Romagna: scossa dalle dimissioni di Mantovani e lontana almeno 3 punti dalla possibilità di giocarsi i playout, la squadra biancoceleste deve necessariamente bagnare con una vittoria l’esordio di Corbari sulla panchina: contro l’ultima della classe, 8 punti, peggior attacco e peggior difesa, non si può certo pensare di fare calcoli. O si vince, oppure è Seconda categoria (anche senza la condanna della matematica).

Uno dei pochi match d’alta classifica è quello che oppone il Viadana, nel girone C di Prima Emilia Romagna, al Ravarino: i gialloblu hanno dimostrato di saper tenere testa alle big del girone, ma in genere le prestazioni migliori le offrono in casa propria. Stavolta, sul terreno della seconda della classe, per quanto molto lontana dalla capolista Boretto (-9 dopo l’ultimo ko), sarà dura, ma fare risultato è necessario per non avvicinarsi troppo ai playout (distanti, in fin dei conti, solo 4 punti). Proprio la recente sconfitta del Ravarino in casa contro la penultima della classe, il Real Panaro, regala qualche speranza. E del resto i modenesi fanno più punti in trasferta…

Scontro salvezza in piena regola è il derby cremonese nel girone G di Prima, e siamo passati in Lombardia: già da un mese Maglia aveva fissato a Ostiano la partita chiave per rincorrere la possibilità di uscire dai playout. Tra qualche alto e basso, e molti pareggi, il concetto vale ancora oggi: le squadre distano 2 soli punti, con il team di Lupi avanti ma con il Psg che potrebbe sfruttare la gara in più da recuperare. Ecco perché un pareggio non sarebbe male per i blaugrana, che però potrebbero accelerare le cose. Come diceva il proverbio? Non rimandare a domani quello che puoi fare oggi…

In Seconda categoria la sfida che scotta di più arriva da Gussola: la squadra di Cappelli, dove le ultime scoppole in particolare con chi sta dietro in classifica, è tornato a rischio. Oggi però non può proprio fallire l’appuntamento con i 3 punti contro un San Luigi Pizzighettone neopromosso e praticamente ultimo da inizio torneo, anche se con i playout potenzialmente ancora a tiro. Con la Sospirese a 2 soli punti dopo l’ultima mini-rimonta, mancare il successo sarebbe un danno. Nello stesso girone il Rivarolo tifa per la Martelli, che a sua volta non ha comunque mollato la presa. Certo, l’ultima frenata costringe ora i giallorossi a inseguire i playoff a -1 dal Rivarolo, che deve recuperare anche la sfida col Torrazzo. Ma quel che conta è anche ridurre ad almeno 9 punti il gap dal Sesto 2010 secondo. Quale migliore occasione di quella odierna? Si gioca proprio Martelli-Sesto e con un successo nello scontro diretto, Agazzi porterebbe i suoi giusto a 9 punti. Se la matematica non è un’opinione… Il Rivarolo, dal canto suo, non può sbagliare contro la Marini, sul campo di Cremona città, uno di quelli messi peggio a livello di manto erboso. Contro la terzultima della classe è difficile avere paura, ma la Marini ha appena superato il Sesto a domicilio, in un incrocio continuo di posizioni. Poche storie: Stanga deve solo vincere.

Chiude il programma, una volta tanto, il girone N di Seconda categoria, per un calendario non così stimolante, ma da non sottovalutare: la Polisportiva Futura, sospesa in un tranquillo centro-classifica, prova a puntellare la sua posizione in casa contro il Rivalta, squadra attualmente quinta ma troppo lontana dal Suzzara per sperare nei playoff (-12 punti e due gare in più già giocate, un’enormità, visto anche il passo della vicecapolista), anche se rimane una delle formazioni più attrezzate e che più si è rinforzata sul mercato. Il Pomponesco, che con la cura Galati ha finalmente rivisto la luce, tornando in zona salvezza dopo mesi di angoscia, prova invece a prendere il largo contro il Borgo Virgilio, in trasferta. I locali non hanno più molto da chiedere al campionato, i blues possono invece allungare ulteriormente sul Sant’Egidio/San Pio X, festeggiando quasi certamente una salvezza che solo un mese fa era follia sperar.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti