Commenta

Saviola, è braccio
di ferro tra azienda
e lavoratori

saviola-sciopero-ev

Nella foto, il presidio degli scioperanti

VIADANA – Prima la proclamazione dei tre giorni di sciopero, poi la messa in atto del presidio, nel mentre la preoccupazione dei vertici dell’azienda. A dispetto del meteo, sono giorni caldissimi fuori dagli uffici amministrativi della Saviola Holding, dove giovedì mattina è iniziato il picchetto dei dipendenti in sciopero, contrari ad introduzione ed applicazione del nuovo sistema di retribuzione basato su incentivi. Duecento i lavoratori riunitisi nei pressi della Sadepan, alle porte di Viadana: manifestanti che esponevano striscioni e rilanciavano slogan. “Il vostro conto non lo paghiamo solo noi! Cambiate menu…”. “Gruppo Mauro Saviola, giù le mani dai nostri stipendi, sono i nostri sacrifici”. “Lavoro e dignità non è carità”. Queste alcune della frasi mostrate dai lavoratori che porteranno avanti lo sciopero sino a sabato 28 marzo.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti