Commenta

Anzola e un nuovo
modo di assistere
il cittadino

anzola-gualtieri-evJPG

Nella foto, Dario Anzola e Palmina Gualtieri

VIADANA – I candidati alla poltrona di sindaco di Viadana iniziano a farsi conoscere. A cominciare la rassegna colui che probabilmente ha meno bisogno di presentazioni essendo stato vicesindaco e assessore sino alla scorsa Amministrazione Penazzi. Ma Dario Anzola ha in serbo parecchie novità, presentate giovedì nella sua sede in centro. Il candidato sindaco ha iniziato parlando del suo modo di intendere il Welfare trasformandolo dal tradizionale concetto di assistenza passiva a qualcosa di originale e produttivo. Per questo si è avvalso della collaborazione di un’esperta del settore, Palmina Gualtieri, viadanese doc che lavora per i Servizi Sociali del comune di Guastalla. Entrerà a far parte della squadra di Anzola proprio con le funzioni e la competenza che le vengono riconosciute. “Durante la mia esperienza – ha raccontato  lei stessa – ho capito che alla base del rapporto con chi ha dei bisogni c’è l’ascolto. Mettendo in rete tutte queste informazioni siamo riusciti a collegare le varie necessità e a risolvere molti problemi praticamente a costo zero, grazie a ciò che ciascuno ha portato di suo”. Il Comune, è la promessa di Anzola, offrirà queste consulenze gratuitamente andando anche nelle frazioni e creando uno sportello a cui tutti si potranno accostare senza limiti di reddito o di ceto sociale. Chiunque avrà bisogno di capire come attivare un certo progetto, risolvere un problema o richiedere un’assistenza troverà risposta “perché con questo sistema – ha sottolineato Anzola – siamo sicuri di  poter migliorare la vita di parecchi cittadini”.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti