Commenta

La Pomì sbanca
Modena: l’impresa vale
il secondo posto

pomi-modena-tifo-ev

Nella foto, la tifoseria della Pomì sugli spalti del PalaPanini

LIU JO MODENA vs POMI’ CASALMAGGIORE 2-3
(25-27; 20-25, 25-13, 25-20, 8-15)

LIU JO MODENA: Rousseaux 13, Kostic (ne), Heyrman 5, Ferretti 1, Folie 12, Arcangeli (L), Petrachi (L) (ne), Piccinini 16, Fabris 34, Crisanti 7, Maruotti, Rondon (ne), Ikic 2. All.: Beltrami.

POMI’ CASALMAGGIORE: Ortolani 9, Skorupa 6, Bianchini 5, Sirressi (L) 1, Gennari 16, Quiligotti (L) (ne), Gibbemeyer 7, Agrifoglio (ne), Klimovich, Stevanovich 9, Tirozzi 24. All.: Mazzanti.

ARBITRI: Sampaolo e Longo.

PRIMO SET – La Pomì rompe il ghiaccio e con Tirozzi subito sul pezzo sembra poter prendere il largo ma Modena, una volta sotto di tre, inizia a carburare e ribalta il punteggio: 6-5 e Mazzanti chiede il time out. Il coach rosa ottiene la scossa: Ortolani e un muro di Skorupa rimettono le casalesi avanti. Il botta e risposta mantiene la gara in bilico, fino al punto del 12-10 di Piccinini che dà lo strappo prima del break. Ferretti sfrutta l’opzione Fabris per scavare il solco: 15-12. Modena ha un rallentamento e il muro a uno di Gennari vale il 18-18. Si gioca anche sui nervi e un punto contestato dalle rosa agita il finale. Casalmaggiore resta incollata: a Fabris risponde Bianchini, 23-23. Un pallonetto della 13 di casa vale il 24esimo modenese ma Gennari mette giù il muro della parità. I vantaggi sono risolti da una carezza di Skorupa: 25-27 e la Pomì conquista il primo parziale.

SECONDO SET – Gibbemeyer giganteggia ma è Fabris a chiudere il punto più tribolato dell’avvio di set: 5-4. Il 7-6 è un ace di Tirozzi e la parità è un regalo di Fabris con un’invasione. Il ribaltone è di Stevanovich, 7-8, e Beltrami getta nella mischia Crisanti al posto di Folie. Il 10-10 lo firma Gibbemeyer con una murata poderosa bissata subito dopo da Gennari: 10-11. E’ sempre la 6 rosa ad alzare l’argine del 10-14. La Pomì mantiene un cuscinetto di quattro punti grazie ad un diagonale stretto di Tirozzi: 14-18 e Beltrami richiama le sue. Casalmaggiore viaggia spedita e con Stevanovich e Tirozzi fanno lievitare il vantaggio: 15-22 con ace del capitano rosa. Sul 23 la Pomì inchioda, complice il ritorno di Modena che con Heyrman risale fino al 19-23. Gibbemeyer fa 24 e al secondo set point Gennari tuona lo 0-2 rosa.

TERZO SET – Il PalaPanini torna a scaldarsi per la Liu Jo che non vuole più farsi sorprendere e Folie parte a razzo: 6-2. Rousseaux martella e Modena scappa: 9-4. Piccinini prima e la 1 di casa poi (con ace) portano le locali a doppiare Casalmaggiore: 12-6. Il punto del 15-8 manda su tutte le furie Tirozzi, che prende il giallo per proteste. Un sussulto della Pomì induce Mazzanti ad alzare i decibel per ridare forza alle rosa ma il set non cambia piega ed è sempre la Liu Jo ad accelerare, non senza qualche errore ospite: sul 22-12 entra Klimovich per Gibbemeyer. Il blackout casalese è totale: Rousseaux edulcora il 25-13 che riapre il match.

QUARTO SET – L’affanno maggiorino prosegue ad inizio quarto set, con Fabris che trova l’angolo del 5-2 e il beffardo 6-3. La svolta tarda ad arrivare e Modena non concede più repliche: Folie scherza con la rete per l’ace del 10-4. Il goniometro di Fabris disegna diagonali impossibili per la ricezione rosa e la Liu Jo vola sul 12-7. Piccinini e Crisanti prima, Bianchini e Gennari poi: 14-11. Le distanze si dilatano e Rousseaux fa 20-15. Il muro di Skorupa tiene in vita il set: 20-17. E’ una ghigliottina di Rousseaux su Bianchini a dare quattro set point alle modenesi, che con Folie chiudono il conto 25-20. Il tie break dirà chi, tra Liu Jo e Pomì, merita il secondo posto in classifica.

TIE BREAK – Bianchini e Gennari ribaltano l’iniziale vantaggio emiliano: 1-2. Crisanti trova il diagonale del 2-2. Il primo allungo è targato Tirozzi: ace del 2-5. Beltrami chiede il time out e al rientro Tirozzi scarica sul taraflex il secondo ace consecutivo. Il 2-7 è di Bianchini. Skorupa fa 2-8 e al PalaPanini si sentono solo i tifosi di Casalmaggiore. Stevanovich sale in cielo e mura Piccinini: 2-9. Fabris interrompe l’ondata rosa: 3-9. Le mani di Stevanovich sono invalicabili: 3-10. Tocca sempre a Fabris tenere accesa Modena ma è una rincorsa col fiatone perché le rosa si portano sul 4-11. Gennari gioca col muro locale per il 12esimo il 13esimo punto maggiorino. Tirozzi magheggia per il 6-14. Al terzo match point Stevanovich ribalta le gerarchie: la seconda in regular season è la Pomì, Modena cade per la prima volta di fronte al proprio pubblico e di fronte al ct azzurro Marco Bonitta. Casalmaggiore, ai playoff, se la vedrà con la settima in graduatoria, Montichiari.

Simone Arrighi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti