Commenta

Calcio Oglio Po:
domenica calda,
è già tempo di verdetti?

calcio-dilettanti-ev

Inizia il rush finale, e senza più partite da recuperare è decisamente più semplice capire quali delle nostre nove squadre comprensoriali ancora si giocano qualcosa e chi invece, felice o deluso, ha ormai traghettato in porto il proprio veliero.

Situazione disperata – ma è tale da inizio anno – per la Casalese, che nel girone A di Prima categoria Emilia Romagna ha una sola strada per non retrocedere: recuperare almeno 3 punti nelle ultime due partite alla Sarmatese, per poi poter giocare i playout. Curiosamente con il Baby Brazil già retrocesso e la Pontenurese ormai a +7, la situazione in coda è molto chiara: Sarmatese e Madregolo Tonnotto, appaiate a quota 28, mirano a spedire oltre il +6 il Rottofreno (oggi a 22) e la Casalese (19 punti). In questo caso sarebbero salve senza spareggi finali. Per i maggiorini obbligo di vittoria ma in Baslenga arriva l’Agazzanese, che è prima con un margine ottimo ma non ancora sufficiente a festeggiare (5 punti). Anzi, la festa potrebbero farla proprio i primi della classe, condannando a quel punto la Casalese a una retrocessione quasi certa. Insomma, l’obiettivo è rinviare il verdetto con un colpo di coda che sarebbe clamoroso. In Prima Emilia ma nel girone C il Viadana è già salvo e quasi fuori dai playoff: se intende crederci fino in fondo, la compagine di Boni deve superare in trasferta la Virtus Libertas seconda in classifica, e al contempo sperare che da Virtus Camposanto-Fabbrico esca un risultato favorevole. Quattro punti (e tre posizioni) da recuperare in due turni costringono all’impresa.

In Prima categoria Lombardia, nel girone G, può arrivare una buona notizia: il Psg, infatti, impegnato sul campo del Porto 2005, può considerarsi in salvo se vince e nel contempo la Bagnolese non vince. A quel punto i blaugrana, in grande forma dopo gli ultimi successi, avrebbero 13 o 14 punti di margine e, dato che anche in Lombardia, da quest’anno, i playout non si giocano con un margine superiore a 6 punti, anche la matematica benedirebbe il percorso dei ragazzi di Maglia. Se comunque l’incastro non si verificasse subito, il Psg sembra ormai in grado di poter strappare la salvezza anche nel penultimo turno fissato la prossima domenica.

In Seconda I, girone di Cremona, il Rivarolo ha sprecato le ultime cartucce e, con gli ultimi tre ko subiti da Olmese, Gussola e Spinadesco, ha detto addio ai playoff. Per questo motivo la partita contro la Sospirese interessa più gli ospiti, che cercano invece di uscire dalla zona playout. Di contro è cresciuta moltissimo la Martelli che ora può davvero sperare nella quinta piazza (attualmente condivisa a pari punti col Torrazzo), che acquisterebbe senso se i giallorossi riuscissero a mangiare almeno altri 2 punti al Sesto 2010. Per credere nell’obiettivo bisogna vincere sul campo caldissimo del Persico Dosimo, ultimo ma in corsa per una disperata salvezza. Gussola (quasi in salvo) contro Sported (ormai tranquilla) è sfida con poche motivazioni, anche se i rossoblu potrebbero festeggiare la matematica permanenza in Seconda con un bel successo, l’ennesimo dopo quelli consecutivi con Spinadesco, Torrazzo e Rivarolo.

Le altre partite non hanno molto da dire: in Seconda N, mantovana, il testacoda a distanza impegna la Polisportiva Futura, fuori dai playoff, a Villimpenta, in casa dell’ultima della classe che, se non vince, è aritmeticamente in Terza categoria, mentre il Pomponesco, già in ferie dopo il gran recupero degli ultimi due mesi, sfida la capolista Sarginesco. Proprio la prima della classe, con un intreccio di risultati comunque non scontato, potrebbe festeggiare oggi la promozione: ha 4 punti di vantaggio a tre gare dalla fine. In Terza A Mantova infine la Cannetese prova a prendersi i 3 punti, mancati contro il Malagnino ultimo, in casa contro il TorreIcio, avanti di una sola posizione rispetto al penultimo posto rossoblu, ma altresì di 8 punti.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti