Un commento

Laboratorio marijuana
in centro: arrestato
a Sabbioneta un 27enne

sabbioneta-marijuana_ev

Nella foto i carabinieri di Sabbioneta con il materiale sequestrato

SABBIONETA – A pochi passi una mostra culturale, una delle tante che allietano i pomeriggi dei sabbionetani e dei turisti in periodo primaverile. Poco distante un vero e proprio laboratorio per coltivazione e spaccio di sostanze stupefacenti. Coltivava marijuana in pieno centro storico di Sabbioneta, ma dopo alcune indagini è finito nei guai un 27enne originario di Mantova, celibe, commerciante e già con precedenti penali. A. M. F. è finito agli arresti domiciliari, dopo avere invano tentato di mettere fuori gioco i carabinieri di Sabbioneta, con alcune scuse che però i militari non hanno “bevuto”.

La coltivazione illecita avveniva all’interno della ex Casa di Riposo Sereni, in piazza Libreria Grande, dunque in pieno centro, data in locazione all’associazione “Ermes Centro Studi Giovanile”. Il primo controllo dei carabinieri, nella giornata di sabato, è stato effettuato sul perimetro esterno e, da uno dei cancelli laterali d’ingresso, i carabinieri hanno notato un motore esterno adoperato per il climatizzatore vicino a due finestre di una delle zone dello stabile. Essendo quella zona in disuso, i militari si sono insospettiti anche perché hanno sentito un rumore simile a quello delle ventole del deumidificatore, evidentemente necessarie per coltivare al meglio le piantine.

I carabinieri hanno convocato A. M. F., dopo essere entrati nella parte ancora “attiva” dell’edificio, peraltro aperto al pubblico per una mostra artistica. Il giovane ha dato subito segni di nervosismo e, quando ha saputo il motivo della volontà di perquisizione, ha detto di non avere le chiavi di quella zona che i militari volevano esplorare. Dopo ripetuti inviti, A. M. F. ha infine prelevato le chiavi dalla sua auto e, non appena aperta la porta, un forte odore di canapa indiana è stato subito avvertito. La struttura è risultata essere un vero e proprio laboratorio, dedicato alla coltivazione e detenzione di marijuana, con tutti gli elementi necessari per queste operazioni: ventilatori, deumificatori, pompe da irrigazione anche a gettito e spruzzo, lampade, forbici, attrezzature varie, prese elettriche con timer meccanici ed elettriche. Impossibile negare l’evidenza, anche perché sono stati sequestrati 13 chili di marijuana, di cui 3.5 in piantine e 9.5 già essiccati e imballati, dunque pronti per la vendita illegale. Sono state anche sequestrate tutte le attrezzature del laboratorio, dopo di che il 27enne è stato tratto in arresto per coltivazione, detenzione e traffico di stupefacente.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Stefano Sanfelici

    Forse chi ha consentito a questo personaggio di stabilire la propria attività a Sabbioneta, con l’aggravante di avergli affidato un palazzo storico senza verificare attentamente di chi si trattasse, dovrebbe vergognarsi. Almeno un po’.