Commenta

Scalpore anche
a Casalmaggiore per
l’arresto di Matteo Fazzi

fazzi-sabbioneta-ev

Nella foto, la marijuana sequestrata e il 27enne Matteo Fazzi

SABBIONETA/CASALMAGGIORE – Continua a suscitare scalpore la notizia dell’arresto di Andrea Matteo Fazzi, 27enne di Mantova finito ai domiciliari per aver creato un vero e proprio laboratorio di coltivazione di marijuana nella ex casa di riposo Serini di Sabbioneta, oggi sede del centro studi giovanile ‘Ermes’, associazione di cui il giovane è presidente.

Volto noto nella Piccola Atene e in molti ambienti del mantovano, Fazzi era riuscito ad ottenere fondi regionali per la riqualificazione dell’ex rsa: un intervento corposo, reso possibile da un contributo al 50% a fondo perduto elargito da palazzo Lombardia. Il 27enne, per la sua attività, è molto conosciuto anche a Casalmaggiore dove le reazioni alla notizia dell’arresto sono state numerosissime: tante le persone sui social network che hanno commentato l’articolo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti