Commenta

Amurt, continua
la raccolta fondi
per aiutare il Nepal

nepal-ev

Nella foto, volontari Amurt impegnati in Nepal

CASALMAGGIORE – L’impegno di Amurt Italia, associazione con sedi a Casalmaggiore e Viadana, prosegue senza sosta in Nepal, nelle aree dell’epicentro del terremoto che lo scorso 25 aprile ha provocato morte e devastazione. Mentre la conta delle vittime lievita di giorno in giorno, l’ultima stima parla di oltre ottomila corpi rinvenuti senza vita tra le macerie, la onlus che ha nel casalese Paolo Bocchi il presidente nazionale ha attivato numerosi centri di soccorso nella capitale Katmandu e nelle valli del Nepal. Punti in cui i volontari continuano la distribuzione di generi di prima necessità.

Acqua potabile, cibo, tende e medicinali vengono consegnati alle persone rimaste senza viveri e senza un tetto a causa del sisma. Notevoli le difficoltà di trasporto, ma, come precisano da Amurt, è indispensabile fare il possibile per salvare le persone che hanno perso tutto. Continua dunque la raccolta fondi per far fronte a questa tragedia umanitaria.

Banca MPS – IBAN: IT42R 01030 12704 000063153913
C/C Postale 1018486405

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti