Commenta

Incontro sull’ambiente,
fa discutere
l’assenza di Anzola

anzola-viadana-ev

Nella foto, Dario Anzola

VIADANA – Ha fatto parecchio discutere l’assenza di Dario Anzola, unico tra i candidati sindaco di Viadana a non presentarsi, durante la serata organizzata dall’Associazione Noi Ambiente Salute: un appuntamento tenutosi lunedì scorso e realizzato stilando anche una sorta di decalogo sulle tematiche ambientali. Una serata, come detto, preparata al dettaglio, tanto che le stesse domande o comunque i temi trattati erano stati sottoposti con leggero anticipo ai vari candidati, per dare modo di arrivare all’appuntamento con la possibilità di disquisire con cognizione in materia. Ad attaccare l’assenza di Anzola è stato un particolare Domenico Ferreri, candidato consigliere per la lista di Giovanni Cavatorta, anche se non hanno mancato di storcere il naso pure gli altri candidati sindaco. “Verso le 21 eravamo tutti presenti – spiega Ferreri – e abbiamo atteso per circa quaranta minuti. Era presente un buon numero di persone tra il pubblico, ma Anzola non si è mai presentato e, quel che è peggio, non ha nemmeno comunicato la sua assenza”.

In sala erano invece presenti due candidati consiglieri in appoggio ad Anzola, che avrebbero anche voluto sostituirlo durante il “giro di domande” e il fuoco di fila proposto dagli organizzatori della serata. A quel punto Ferreri e anche altri candidati si sono opposti. “Non riteniamo corretto questo comportamento: o viene il candidato sindaco, oppure nulla, a patto che lo stesso candidato non abbia una valida giustificazione. Poteva anche essere un banale raffreddore, qualsiasi motivo, ma non avere spiegato i motivi dell’assenza a nostro avviso ha rappresentato una mancanza di rispetto verso chi s’è preso la briga di esserci”. A fare arrabbiare particolarmente gli avversari di Anzola la notizia che s’è diffusa subito dopo secondo la quale il candidato sindaco sarebbe stato visto a Cicognara, proprio negli orari dell’incontro sull’Ambiente, a fare volantinaggio in frazione. “E poi i suoi sostenitori vengono a dirci che noi abbiamo organizzato questo incontro per tendergli un’imboscata – attacca Ferreri – . La verità è che lui ha snobbato un tema tanto importante e sentito per mettere nella cassetta della posta i suoi volantini. Se poi un candidato sindaco deve avere paura di un incontro pubblico al quale partecipano tutti, allora stiamo freschi”.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti