Commenta

Attori si nasce:
spettacolo alla scuola
primaria ‘Marconi’

teatro-scuola_ev

Nella foto, un momento dell’evento di mercoledì

CASALMAGGIORE – Fare teatro sin dalla tenera età. E non cimentandosi con pièce brevi o fulminee: no, quello andato in scena mercoledì pomeriggio presso l’arena dell’Istituto Comprensivo della scuola elementare Marconi di Casalmaggiore è stato un vero e proprio spettacolo durata un’ora circa. Liberamente, molto liberamente, tratto da “Le Metamorfosi” di Apuleio, la rappresentazione dal titolo “L’incredibile, ridicolosissima, avventurosa fiaba di Amore e Psiche con tramonto padano” ha dato sfogo al lavoro dei ragazzi, che per 6 mesi hanno seguito, sotto la spinta del direttore artistico del teatro Giuseppe Romanetti e dell’assessorato alla cultura del comune di Casalmaggiore, un laboratorio curato dall’ottimo Umberto Fabi, già collaboratore del Comunale casalese, attore e regista professionista e che dunque fa teatro da una vita. Lo stesso Fabi, arrivando da Parma nei giorni prestabiliti, ha seguito tre gruppi di lavoro, supportato dalle maestre Selene Castoldi, Grazia Bilancio, Giovanna Galla e Aurelia Ghilotti e dalle professoresse Amelia Giacometti, Lucia Marinelli e Tiziana Raschi. Da un lato la Scuola Primaria di Vicobellignano con la classe V, dall’altro l’Istituto Marconi di Casalmaggiore con altre due classi V. Infine, ultima ma non ultima, la partecipazione di due classi I e di una classe II dell’Istituto Diotti, scuole medie sempre di Casalmaggiore.

“Si è lavorato sulle basi del teatro, come vocalità, studio del testo e respirazione” ha spiegato Romanetti. “Ma soprattutto abbiamo cercato di stimolare la fantasia dei ragazzi, che hanno riletto, passo dopo passo, in chiave ironica il testo di Apuleio”. Da lì il lavoro di incastro e di prove di recitazione. Soprattutto la capacità di coordinarsi, intersecarsi e collaborare tra diversi gruppi. Fino allo spettacolo di mercoledì pomeriggio, alle 18.30, nell’arena della scuola. A giudicare dal risultato, dalla folta partecipazione e dagli applausi del pubblico, un esperimento decisamente riuscito.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti