Commenta

Sapori della Bassa,
atto quarto:
ecco il programma

Torchio-Asinari-Passeri-Bozzetti-Conca-ev

Nella foto, la conferenza di presentazione

SAN GIOVANNI IN CROCE – Un programma di 4 giorni per il 4° anno della manifestazione (il dettaglio nelle immagini a fondo pagina). “I Sapori della Bassa”, in programma da sabato 30 maggio a martedì 2 giugno, è stato presentato nel tardo pomeriggio di mercoledì presso la balconata che dà sul giardino al piano superiore di Villa Medici del Vascello. Il sindaco di San Giovanni Pierguido Asinari si è detto soddisfatto che, cresciuta di anno in anno, questa sia ormai la manifestazione guida per la gastronomia della nostra zona per numeri e per filosofia, nel senso che i prodotti esposti negli stand saranno tipici del territorio. «Sarebbe stato più semplice – ha detto il sindaco – ospitare 80 stand da tutta Italia, invece ci siamo concentrati sui prodotti delle province di Cremona e di Mantova e solo parzialmente di Brescia e Parma. Presenteremo prodotti anche di nicchia, che tanti non conoscono. Speriamo che il tempo sia clemente». Asinari ha poi presentato il presidente Gal Oglio Po e sindaco di Bozzolo Giuseppe Torchio, che sedeva al suo fianco, dandogli atto che “I Sapori della Bassa” nacque nell’ambito del progetto Acropolis, cui si deve anche la ristrutturazione della rocca che ospitava la conferenza stampa. Quindi un elogio a Davide Passeri «che da mesi organizza e concretizza il lavoro assieme ai suoi collaboratori per una manifestazione che coinvolge un centinaio di persone».

Quest’anno finalmente Villa Medici è a disposizione per intero, anche se la location principale della festa sarà come al solito tra piazza Dante Alighieri e via Grasselli Barni. Asinari ha poi raccontato l’esito positivo dell’esperienza di promozione ad Expo, dove «l’interesse è alto non solo per i nostri monumenti ma per l’intero territorio casalasco e le sue emergenze enogastronomiche». Il primo cittadino ha quindi incitato a credere nel progetto di valorizzazione dell’Oglio Po che vede proprio il Gal protagonista: «Anch’io avevo riserve sui metodi ma ora si va spediti verso la promozione totale del territorio, mettendoci tanto lavoro; il turista non cade dal cielo, ma oggi abbiamo pullman che arrivano da varie parti d’Italia». Così Giuseppe Torchio: «La collaborazione fra tanti soggetti trasforma quella che potrebbe essere una boutade in un evento, un fatto di costume. San Giovanni è diventato il perno di un sistema, un crocevia. Qui si fa il punto degli interventi nazionali, e gli interventi compensativi per le autostrade erano previsti proprio qui. “I Sapori della Bassa” è dunque il frutto di queste frequenze, un’iniziativa che valorizza un brand che da Castellucchio arriva ormai alle porte di Cremona, con un vasto pubblico che può affacciarsi a questi valori. Anche a Bozzolo arrivano tanti pullman per la beatificazione di don Primo Mazzolari, ma sono tutti eventi scoordinati. Ora il Gal gioca una partita importante e ci sono iniziative ancora da completare pure qui a San Giovanni».

Elisa Bozzetti ha illustrato l’evento nell’evento, cioè il tradizionale “Sapori kids” riservato ai più piccoli: «Come ogni anno c’è attenzione anche per questa fascia di età, con iniziative su 4 giorni. Il primo anno partimmo con attività condotte da noi operatrici, ora ci affidiamo ad esperti dei vari settori, per la necessità di avvicinare i bambini ad argomenti importanti attraverso il gioco». Legato al tema di Expo, si collegheranno la cucina e i laboratori artistici all’attività motoria. Matteo Conca ha presentato “Walk in progress”, la camminata salutare che si svolgerà sia domenica 31 maggio che lunedì 1 giugno: «Il motto è “allunga il passo, allunga la vita” perché si è dimostrato quali siano i benefici per la salute con una attività anche limitata ma regolare. I gruppi di cammino non sono di nostra invenzione, noi favoriamo la costituzione sul territorio di gruppi che riuniscono chi già lo fa, con presenza di cosiddetti “capopasseggiata”. Come ad esempio Stefano Ronchi che collabora grazie alla sua competenza. Ci sono ottime ricadute anche sociali, si pensi agli anziani che passano momenti in compagnia con benefici in salute. La sfida è promuovere i gruppi nella popolazione, e dopo la camminata, alle 11, un dietista dell’Asl parlerà di corretta alimentazione in particolare con piatti del territorio che poi saranno degustati».

«La qualità degli espositori è aumentata – ha affermato il responsabile organizzativo Davide Passeri – e la nostra difficoltà è stata quella di scegliere fra i tanti richiedenti. E’ triste dire no a chi vuole partecipare: solo ieri ho ricevuto una mail da un gruppo di 25 espositori di tutt’Italia a cui ho dovuto rispondere negativamente. Il viale sarà molto elegante e di qualità, ci saranno tante sorprese anche al di fuori del volantino per adulti e piccoli. Solo ai fornelli ci saranno una cinquantina di persone, e verranno proposti piatti tipici locali. Anche negli spettacoli abbiamo fatto un salto di qualità, e quello di sabato dell’inaugurazione è da non perdere». Quindi il grazie a Jacopo Balestreri per gli spettacoli, Danilo Balestreri per la cucina, Alessandro Magni responsabile del viale, Elisa Bozzetti e Ilaria Toscani per i Sapori kids e tanti altri, comprese le aziende fondamentali per il loro supporto. Da segnalare che durante il weekend, Villa Medici del Vascello osserverà i seguenti orari di apertura: domenica 31 maggio dalle 10 alle 20 (con visite guidate alle 10,30, 15, 16,30 e 18), lunedì 1 giugno dalle 15 alle 20 (con visite guidate alle 15, 16,30 e 18), martedì 2 giugno dalle 10 alle 20 (con visite guidate alle 10,30, 15, 16,30 e 18).

Vanni Raineri


© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti