Commenta

Giuseppe Boles
all’esordio come sceneggiatore
In sala uscirà A_MORS

boles-giannini_ev

Nella foto Giuseppe Boles nell’ultimo videoclip della Nannini

CASALMAGGIORE – Tutti lo conoscono come artista, nelle accezioni di paroliere, poeta, e romanziere, oltre che come presenza fissa di videoclip musicali di grandi cantanti come Tiziano Ferro e Gianna Nannini. Stavolta però il casalese Giuseppe Boles, a 42 anni, si è voluto togliere lo sfizio del salto nel mondo del cinema. In quale veste? Quella che meglio si addice alla sua verve artistica e di scrittore, ossia la sceneggiatura.

Si chiama “A_MORS” (traduzione “Senza Morte”) con un sottotitolo evocativo che recita più o meno così: “Poteva avere tutto tranne se stesso”. E’ un lungometraggio girato tra Brescia città, la zona montuosa di Cevo, sempre in provincia di Brescia, e con qualche ciak negli interni in particolare anche a Casalmaggiore. Il regista, il bresciano Mauro Cartapani si è cimentato con molti spot pubblicitari apprezzati nell’ambiente e ha tentato in primis la strada del cortometraggio. Si parla di cinema indipendente, un ambito all’interno del quale occorre fare di conto prima di lanciarsi in progetti arditi. Ma la sceneggiatura di Boles è piaciuta e il materiale è stato ritenuto adatto anche per un lungometraggio. Anche perché Emanuele Caruso – regista di Alba con all’attivo diversi film, corsi di regia a Milano e un’opera, “E fu sera e fu mattina”, parecchio apprezzata e che lo ha reso famoso anche nell’ambiente Rai – ha notato l’opera di Cartapani e s’è impegnato a distribuire il film, che dovrebbe uscire il prossimo inverno.

Sin qui la genesi. Ma come vede Boles questa nuova esperienza? “E’ stimolante, anche perché con Cartapani ci sentiamo ormai tutti i giorni: è una bella esperienza, un film che sta crescendo bene con alcune scene già girate e che ho avuto il piacere di vedere in anteprima”. Il film è finanziato anche da Canon Eos e dalla ditta Karl Zeiss, che produce lenti per cinematografia, le stesse utilizzate da Cartapani. “Il lungometraggio – prosegue Boles – vede la partecipazione anche di attori come Christian Stelluti, noto per avere preso parte a “Centovetrine” e a “Rush” di Ron Howard, e Francesco Giuffrida, protagonista di film con Gianni Amelio, James Ivory e Marco Tullio Giordana. Il soggetto è molto complesso: cercando di riassumere, è la storia di un 40enne figlio di un imprenditore di successo che, grazie a un incidente di caccia, ha un incontro particolare che gli cambia la vita”.

Boles, reduce peraltro dall’ultimo videoclip di Gianna Nannini che reinterpreta “Dio è morto”, capolavoro di Guccini, spiega che l’accento casalese in “A_MORS” non sarà soltanto nei dialoghi e nella narrazione, ma anche nella musica. “Alcune musiche sono curate dal maestro Fabio Fava, mentre un brano suonato al pianoforte è realizzato da Matteo Zambelli di Casalmaggiore”. Domanda finale d’obbligo: Boles, che in video ha dimostrato di saperci stare eccome, sarà anche attore? “Sorpresa, non posso dire nulla…”.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti