Commenta

C’è Toscani, non
il maxi Mattarella:
respinta la mozione

toscani-ferroni-mattarella-ev

Nella foto, da sinistra: Maurizio Toscani; Orlando Ferroni con la gigantografia di Sergio Mattarella

CASALMAGGIORE – Gli undici anni da consigliere comunale di Carlo Sante Gardani sono terminati con la surroga votata dal consesso riunitosi venerdì sera a Casalmaggiore. Al posto del consigliere dimissionario del Listone, è subentrato Maurizio Toscani, che ha ringraziato il predecessore al pari di quanto fatto prima di lui dal sindaco Filippo Bongiovanni e dai consiglieri Orlando Ferroni e Giuseppe Scaglioni. Toscani si è richiamato subito al vivere civile, in Italia e non solo, tanto da chiedere al Consiglio un minuto di raccoglimento per le vittime del terroristico islamico.

A tenere banco, tra le mozioni successivamente affrontate dal parlamentino casalese, quella presentata dal gruppo di centrosinistra ‘Casalmaggiore la nostra casa’ circa l’accettazione da parte del Comune della donazione di una gigantografia fotografica del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, da affiggere in sala consiliare. Il dibattito è stato introdotto da una valutazione formulata dall’ufficio servizi culturali e scolastici che non ha evidenziato un valore artistico alla donazione tale dal doverne prevedere l’esposizione in Consiglio. Scandito dagli interventi contrari di Orlando Ferroni, Pierfrancesco Ruberti, Maurizio Toscani, Giuseppe Scaglioni e Maria Daniela Soldi, concentrati sulle dimensioni del quadro, il dibattito si è acceso con l’intervento di Pierluigi Pasotto che ha riportato il caso del crocifisso e da Calogero Tascarella che ha sottolineato il gesto dei due donatori, il fotografo Maurizio Lodi Rizzini e dall’artigiano Pasquale Raineri.

Coi voti contrari di maggioranza e Toscani, oltre all’astensione di Fabio Chiesa, la mozione è stata respinta ed in sala adunanze verrà affissa la foto ricevuta in Comune dalla Zecca dello Stato ormai diverse settimane fa.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti