Commenta

Ricicloni 2015,
il Casalasco premiato
da Legambiente

rifiuti-differenziata_ev

Non si conosce ancora la classifica definita, che Legambiente renderà nota probabilmente soltanto a metà luglio, ma tra i Ricicloni 2015 figurano tanti comuni del territorio Casalasco. La buona notizia è arrivata alla Casalasca Servizi, che come noto ha come area di competenza un territorio più vasta del Casalasco inteso in senso stretto, arrivando a gestire comuni quasi alle porte di Cremona.

Resta il fatto che su 27 comuni cremonesi premiati, ben 12 sono del territorio a sud-est della provincia: la premiazione avrà luogo a Roma il prossimo 7 luglio presso l’Hotel Quirinale in via Nazionale, nelle vicinanze della Stazione Termini. I comuni Ricicloni 2015 per il Casalasco sono i seguenti (per quasi tutti si tratta di una conferma rispetto al 2014): Casalmaggiore, Gussola, Isola Dovarese, Martignana di Po, Motta Baluffi, Piadena, Rivarolo del Re, San Martino del Lago, Scandolara Ravara, Torre dè Picenardi, Torricella del Pizzo e Voltido. Saranno premiati anche i comuni di Azzanello, Bordolano, Castelverde, Cicognolo, Corte dè Frati, Gadesco-Pieve Delmona, Grontardo, Malagnino, Olmeneta, Paderno Ponchielli, Persico Dosimo, Pessina Cremonese, Scandolara Ripa d’Oglio, Stagno Lombardo e Volongo.

Come viene spiegato da Legambiente sul sito www.ricicloni.it l’iniziativa, patrocinata dal Ministero per l’Ambiente, premia le comunità locali, amministratori e cittadini, che hanno ottenuto i migliori risultati nella gestione dei rifiuti: raccolte differenziate avviate a riciclaggio, ma anche acquisti di beni, opere e servizi, che abbiano valorizzato i materiali recuperati da raccolta differenziata.

Al fine di valutare nella loro complessità queste significative esperienze di buona gestione, i consueti e consolidati criteri di valutazione che individuavano nella percentuale di raccolta differenziata raggiunta il fattore determinante ai fini della graduatoria, sono stati sostituiti dall’indice di buona gestione dei rifiuti urbani che ha attribuisce un “voto” alla gestione dei rifiuti urbani nei suoi molteplici aspetti.

Le classifiche sono stilate su base regionale. Per ogni regione vengono definiti i vincitori assoluti per tre categorie: comuni sotto i 10.000 abitanti, comuni sopra i 10.000 abitanti e comuni capoluogo. A questi premiati si aggiungono i vincitori per ogni categoria merceologica di rifiuto e i vincitori della speciale categoria “Cento di questi consorzi” dedicata alla miglior raccolta su base consortile. Vengono inoltre attribuiti, a discrezione della giuria, diversi premi speciali.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti