Commenta

Il restauro filologico
dei dodici Cesari
torna a Sabbioneta

piazza-ducale-sabbioneta-ev

Nella foto, Palazzo Ducale a Sabbioneta

SABBBIONETA – Un’altra perla artistica va ad abbellire la già ricca Sabbioneta. A settembre un evento ideato dallo storico locale Giovanni Sartori e sponsorizzato dal Rotary Casalmaggiore Viadana Sabbioneta accenderà i riflettori sulla città di Vespasiano Gonzaga. A darne notizia durante l’ultima conviviale rotariana Gianluca Bocchi titolare col padre Ulisse della Galleria d’Orlean di Casalmaggiore e conosciuto esperto d’arte. Si tratta del restauro storico filologico dei famosi 12 Cesari realizzato in due tempi dal pittore Bernardino Campi. Le opere esposte in una sala del Palazzo Ducale furono asportate dagli Austriaci prendendo la destinazione di Napoli entrando a far parte della collezione di Capodimonte oltre a diventare arredo di valore nella residenza del Capo dello Stato. L’idea di Sartori di riportare a Sabbioneta i ritratti attraverso una fedele riproduzione trasferita su telai ha trovato nei mesi scorsi l’appoggio entusiastico oltre che tecnico-artistico di Bocchi che è riuscito ad avere il necessario sostegno economico da parte di tre mecenati rotariani quali Francesco Amadini, Fabrizio Cantini, Cesare Visioli a cui si è aggiunto per la stampa dei cataloghi Massimo Bini. Grazie all’impegno di tutte queste persone la sala spoglia del Ducale, che al posto degli imperatori trafugati mostrava vasi di fiori dipinti, ritornerà ad avere le fedeli riproduzioni dei dodici Cesari dando l’occasione al Comune di Sabbioneta di creare a settembre un grande evento di cui è stato chiesto il patrocinio alla Presidenza della Repubblica e all’Unesco sotto la cui tutela la cittadina gonzaghesca è notoriamente inserita.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti