Commenta

Rivarolo, quella porta
“dimenticata”: polemica
sulla gigantografia

porte-rivarolo-mantovano_ev

Nella foto una delle Porte di Rivarolo e la gigantografia “monca”

RIVAROLO MANTOVANO – Rivarolo, la città in cui si conservano ancora evidenti tracce di un dominio gonzaghesco, si caratterizza per la cinta muraria che la circonda, interrotta da tre porte d’epoca medievale. Solitamente questo stile di conservazione urbana era più che altro finalizzato alla difesa degli abitanti nei confronti dei nemici. Mai si poteva immaginare che nel 2015 queste potessero invece diventare fonte di rivalità tra i medesimi residenti.

La polemica, perché di questo si tratta, nasce dal fatto che davanti al Municipio in fondo alla grande Piazza Finzi da un po’ di tempo appaiono delle gigantografie a colori attraverso cui sono stati fotografati e stampati alcuni scorci caratteristici di Rivarolo Mantovano. Oltre alla torre del Municipio, si vedono anche le Porte Antiche che rappresentano proprio l’emblema più caratteristico e suggestivo della località. Con effetto scenografico di grande impatto si nota la Porta che conduce verso Bozzolo-Cividale, recentemente restaurata dalla ditta Ballarini che nei pressi ha la sede e lo stabilimento, oltre all’altra Porta che conduce al cimitero. Ne rimane esclusa una, forse quella più bella e originale, situata nella zona che conduce verso Tornata e Romprezzagno. E sono proprio i residenti di questo quartiere a rimanere un po’ sorpresi dal fatto che l’emblema della loro via non figuri nelle gigantografie che circondano la facciata del Comune in fase di restauro.

“Non siamo in grado di comprendere questa esclusione” si sfoga Edo Bottenghi, uno dei residenti nella zona. “Questa è la più bella e certamente quella meglio conservata rispetto alle altre tre porte. E la dimenticanza, se di questo si tratta, ci spinge quasi a dimenticarci pure noi di pagare le tasse, visto l’esclusione”. A parte la battuta, l’esclusione probabilmente è dovuta ad una  possibile smemoratezza. Va ricordato comunque che la Porta “dimenticata” è l’unica delle tre che ha perso i merli ed è sempre appartenuta ad un privato che vi ha realizzato degli alloggi attualmente vuoti. Dallo stesso quartiere giunge anche la lamentela riguardo l’estensione della Fiera che è durata ben quindici giorni con conseguente chiusura della piazza. E alla gente di Rivarolo togliete tutto ma non la possibilità di arrivare a portare la macchina nella vastissima piazza del paese, anche se a poche decine di metri esiste il grande parcheggio nei pressi del cimitero.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti