Commenta

Prime note per
l’International Festival e
sono subito applausi

festival-concerto-ev

Nella foto, il concerto inaugurale del 19esimo Casalmaggiore International Music Festival

CASALMAGGIORE – Ha preso il via lunedì nel cortile del Museo Diotti il Casalmaggiore International Music Festival.
Ad inaugurare la stagione concertistica non-stop che fino al 26 luglio animerà le serate estive, le note di A. Zani, Hyden, Tchaikovsky Schnittke fino al suggestivo “adagio per archi “ di S. Baber colonna sonora del famoso film Platoon di Oliver Stone. Protagonisti della serata i giovanissimi talenti provenienti da tutto il mondo che ormai da 19 edizioni arrivano in città per un percorso di perfezionamento unico nel panorama dei festival europei grazie ad un format che coniuga il più alto livello di training artistico con l’esperienza delle performance quotidiane.

Giovani, anche giovanissimi ma dalla maturità interpretativa tipica dell’artista che lunedì ha stregato il numeroso pubblico. A chiudere la serata i Borealis Quartet e Festival Strings con l’Allegro Op.47 del compositore inglese Elgar. Viole, violini violoncelli contrabbasso, clavicembalo, pianoforte, un divertissement di sonorità e melodie che riconferma l’alto livello dell’agenda artistica del Festival. La rassegna continua martedì nell’Aula Magna di Santa Chiara con un primo appuntamento alle ore 17.45 ed un appuntamento serale alle ore 21.15.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti