Commenta

Arces, non tutto
è perduto. Cavatorta:
“Presto un incontro”

cavatorta-viadana_ev

Nella foto Cavatorta e il comune di Viadana

VIADANA – Dopo la polemica, mano tesa dal sindaco di Viadana Giovanni Cavatorta all’associazione di volontariato Arces, che aveva deciso di chiudere il banco alimentari dato che nulla, a detta del suo presidente Giuseppe Guarino, era cambiato con la nuova amministrazione. Anzi la situazione era addirittura peggiorata, dato che l’Arces è stata, secondo Guarino, “sfrattata” senza preavviso.

Tuttavia una nuova soluzione sembra alle viste. “Il cavalier Guarino si tranquillizzi, moderi i toni e troveremo una soluzione – spiega Cavatorta – . Abbiamo avuto l’urgenza nella prima giunta utile appena insediati di far partire il progetto di adeguamento dell’edificio di Cogozzo, ex sede dell’associazione Arces, e di altre per le esigenze impellenti di trasformazione della scuola per l’infanzia a scuola primaria in via Don Mazzi. Abbiamo già provveduto a programmare un incontro per la settimana prossima con l’associazione Arces per trovare una soluzione e cercare di sistemare il pregresso”.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti