Commenta

Triathlon del Po,
70 al via: le Canottieri
festeggiano in coppia

triathlon-poOK_ev

Nella fotogallery alcuni momenti della manifestazione (foto Angelo Crippa)

CASALMAGGIORE – Una festa sportiva sulle rive del Po e un successo per tutti, stavolta anche al di là di quelle che potrebbero sembrare frasi fatte e retoriche: il 7° Triathlon del Po ha infatti premiato atleti di entrambe le Canottieri, con la Polisportiva Amici del Po che per la prima volta ha conquistato, dopo sei edizioni a vuoto, successi importanti, al solito sfidata amichevolmente dai vicini di casa della Canottieri Eridanea.

Un momento inserito all’interno della tradizionale Fiera di Piazza Spagna, che sempre sulle rive del Grande Fiume, per l’occasione incendiato da tanti lumini galleggianti e illuminato dai fuochi d’artificio, si chiuderà domenica sera dopo una settimana di eventi a sfondo culturale, musicale e gastronomico. Il Triathlon ha visto la presenza di atleti della zona e di sportivi anche “non convenzionali”, ovvero desiderosi di farsi del bene senza l’ambizione del successo a tutti i costi. Il tutto sotto lo sguardo di Marzio Azzoni e Paolo Antonini, presidenti delle due Canottieri, che hanno evidenziato una volta di più come gli antichi rancori e gelosie di campanile siano ormai superati e come la strada della collaborazione, almeno a Casalmaggiore, sia ormai tracciata. Tra i partecipanti anche l’atleta paralimpico di Martignana di Po Andrea Devicenzi, che del resto non manca mai a questi appuntamenti e che ha chiuso al terzo posto tra i singoli in 43’55”.

Molto semplici le regole: era possibile iscriversi al Triathlon Juniores (fino a 14 anni) e al Triathlon Over (sopra i 14 anni) ed era possibile gareggiare individualmente oppure a squadre, finendo in due diverse graduatorie. Va anche detto che gli iscritti avevano facoltà di scegliere se partecipare a uno, due o tre sport, precisandolo al momento del via. Entrambi i percorsi coinvolgevano le due Canottieri: per la precisione alle 9.30 è partita la gara Juniores, che prevedeva due vasche della Canottieri Eridanea a nuoto, la corsa dall’Eridanea agli Amici del Po, due vasche a nuoto agli Amici del Po e poi la discesa dagli Amici del Po all’Eridanea a bordo di barca a remi, canoa o kayak (in favore di corrente). Alle 10.30 lo start della categoria Over, composta da sei vasche alla Canottieri Eridanea, corsa con partenza e arrivo alla stessa Eridanea, passando però dagli Amici del Po, gara di canottaggio per tornare via fiume agli Amici del Po, dunque controcorrente, e poi in chiusura sei vasche a nuoto nella piscina della Canottieri Amici del Po. Al termine delle due diverse competizioni classifiche e premiazioni.

Hanno partecipato in tutto settanta atleti, tra Juniores, Over, uomini e donne e la particolarità davvero curiosa sta nei nomi dei vincitori. Per gli under 14, infatti, ha vinto Mattia Dall’Asta, che è atleta dell’Eridanea iscritto però come socio agli Amici del Po. Per gli over, invece, tra i singoli ha trionfato in 41’46” Diego Bortolotti, atleta degli Amici del Po, che per la prima volta si sono così presi un primo posto da quanto il Triathlon del Po è stato organizzato, nel 2009. Secondo Lorenzo Spattini in 42’17” e terzo, come detto, Andrea Devicenzi. Tra le squadre, invece, trionfo dell’Eridanea in 37’42” con il tandem Walter Lazzarini e Steven Thanasi. Da segnalare anche la presenza di una squadra tutta femminile, che ha partecipato al percorso per la categoria under 14, composta da Claudia Antonini, Simona Goffredi e Alba Thanasi: anche in questo caso le atlete sono iscritte a entrambe le Canottieri, dunque si tratta di un team misto, che ha confermato la natura collettiva del successo.

Alle premiazioni ha presenziato anche Carlo Stassano, anima dell’Atletica Interflumina di Casalmaggiore che ha presentato i prossimi campionati italiani paralimpici che si terranno proprio in Baslenga. Al termine della manifestazione, infine, tutti gli iscritti (ma anche chi ha fatto da semplice spettatore) hanno gustato le prelibatezze preparate dalla cucina degli Amici del Po con il pranzo intersociale tra le due Canottieri a suggello della riuscita mattinata. Non solo: i dirigenti delle due Canottieri hanno poi preparato la discesa dei lumini sul Po, che richiamerà molti appassionati lungo le rive del fiume nella tarda serata di domenica, dalle ore 23.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti