Commenta

Giada, prodigio
casalese del nuoto
E va forte pure a scuola

giada-ronchini_ev

Nella foto Ronchini in azione e con l’oro al collo ai Regionali Assoluti sugli 800 stile libero

CASALMAGGIORE – Il comprensorio Oglio Po si arricchisce di un altro grande talento sportivo. Un talento che, per la verità, c’è sempre stato, ma di recente ha ottenuto un traguardo prestigioso dopo tanti altri allori. Giada Ronchini, classe 1997 di Casalmaggiore, gareggia per l’Asola Nuoto e a dirla tutta è anche l’esempio lampante di come si possa coniugare l’attività sportiva di alto livello a un ottimo rendimento scolastico. Giada infatti frequenta il Liceo Linguistico Romani di Casalmaggiore e negli ultimi due anni ha ottenuto la media del 9,1.

Possiamo dire che il nuoto ce l’ha nel sangue, tanto che la vasca (possibilmente da 50 metri, dovendo scegliere, perché ogni atleta ha i suoi vezzi) è una sorta di habitat naturale per lei: inizia infatti a praticare questa attività, la più completa di tutte come sviluppo fisico e prospettive, all’età di 7 anni nel Nuoto Club Mantova di Bozzolo allenata da Francesco Prando e da sua mamma Monica Iselle. Dopo due anni di gavetta a Bozzolo, causa scioglimento della squadra agonistica, passa in forza all’Asola Nuoto nella categoria Esordienti A. Alla guida del tecnico Ercole Vecchi il primo anno si impone vincendo ai Campionati Regionali di Milano le gare 400 stile, 800 stile mentre arriva terza nei 200 Farfalla.

Sin qui l’inizio della storia, che però nella sua parte finale si è arricchita di un prestigioso traguardo: Giada infatti il 4 luglio scorso ha ottenuto, con il tempo di 4’19’’80 la qualificazione ai campionati Italiani Assoluti che si terranno il 18-19 dicembre (sede da definire) e saranno trasmessi da Rai Sport. La soglia di qualificazione era infatti fissata a 4’22’’07. La gara è quella dei 400 stile libero, la preferita di Giada, che tuttavia non era ancora riuscita prima del 4 luglio a centrare il tempo utile, mancandolo due anni fa per soli 5 decimi.

Certo non poteva scoraggiarsi, come non lo ha mai fatto in carriera: nemmeno quando a causa della rottura del ginocchio, nel 2010, ha dovuto dire addio, ad esempio, alla gara dei 400 misti. O quando a Riccione nel 2010-2011 ai campionati Italiani negli 800 stile libero è arrivata quarta a soli 3 decimi dal podio. E nemmeno nel momento in cui conciliare tempi dello sport e dello studio sembra impossibile: si pensi che durante anno scolastico Giada si allena sei volte alla settimana dalle ore 17 alle 20,30 circa percorrendo circa 8-9 km al giorno. Durante il periodo estivo scende in acqua sempre sei volte alla settimana al mattino, aggiungendo però al filotto quattro allenamenti alla settimana al pomeriggio, raggiungendo nel complesso i 13 km al giorno.

Ovviamente il palmares di Giada è già importante, anche se per il momento soprattutto su base regionale, ma non solo: nel 2009-2010 ai campionati Italiani di fondo indoor a San Marino vince la medaglia d’argento nei 3000 metri e con la sua compagna di squadra Sara Lovato ottiene il Titolo italiano squadre categoria Ragazze. Con la regione Lombardia ottiene per tre anni consecutivi la convocazione al Trofeo delle Regioni in acque libere (campionato italiano a squadre): il primo anno la Lombardia arriva seconda dietro alla Liguria, mentre nelle altre due edizioni vince la classifica a squadre.

Peraltro i successi regionali non vanno sottovalutati, perché proprio nella nostra regione nuotano le migliori atlete a livello nazionale, risultati alla mano: con 6 medaglie di bronzo, 5 d’argento e 4 d’oro (ottenute sempre nelle sue gare preferite: 800 stile e 400 stile), Ronchini è una delle atlete più titolate in assoluto, avendo peraltro sempre vinto a livello provinciale, su Mantova, un alloro persino “scontato”. E ancora, nei campionati Italiani Invernali (a Riccione su vasca da 25 metri) ed Estivi (a Roma su vasca da 50 metri) rientra quasi sempre nelle prime dieci atlete del suo anno. Non solo: negli ultimi campionati Regionali svolti a Milano ha ottenuto il secondo posto sia nei 400 stile che negli 800 stile, mentre sempre nel 2015, a marzo, nei campionati Regionali Assoluti ha vinto la medaglia d’oro 800 stile e d’argento 400 stile. In attesa di sfidare l’Italia il prossimo dicembre e senza dimenticare mai la scuola…

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti