Commenta

Conto in sospeso
al bar, volano
botte da orbi

rissa-ev

Nella foto, i soccorsi e i Carabinieri intervenuti a Rivarolo Mantovano

RIVAROLO MANTOVANO – Un cliente cividalese ed il gestore di un bar cinese sono venuti alle mani nel pomeriggio di sabato attorno alle ore 14,30. L’episodio che ha richiamato sul posto una pattuglia dei Carabinieri di Gazzuolo e un’ambulanza della Croce Verde di Mantova è capitato nella centralissima Piazza Finzi. Ad avere la peggio il cliente, un quarantasettenne di Cividale Mantovano, che è stato portato al pronto soccorso dell’Oglio Po di Casalmaggiore per curare vari ematomi e ferite riportati tra cui un taglio alla testa. Le sue condizioni comunque non sono tali da destare preoccupazioni. Anche perché sull’ambulanza l’uomo è salito da solo accompagnato dal personale sanitario e dai militari. Da quanto si è appreso il cividalese avrebbe avuto una discussione con il barista che vantava nei suoi confronti un credito per consumazioni precedenti.

L’uomo, P.P., sarebbe stato richiamato dal gestore giù durante la mattinata davanti ad un altro esercizio pubblico poco lontano. Successivamente P.P. si è introdotto nel locale del cinese forse per discutere della questione o forse per consumare nuovamente. A quel punto tra i due è scoppiato il furibondo litigio che è continuato nel cortile interno del bar dove il cividalese è rimasto senza maglietta probabilmente persa durante la colluttazione. A quel punto è partita la telefonata al 118 e quando i sanitari sono arrivati hanno trovato P.P. con la faccia insanguinata ed un profondo taglio al cuoio capelluto. I Carabinieri di Gazzuolo giunti rapidamente a Rivarolo Mantovano si sono dapprima preoccupati di verificare le condizioni del ferito riservandosi poi di sentire i protagonisti per stabilire l’esatta causa e le responsabilità del violento diverbio all’origine dell’aggressione.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti