Commenta

Museo e biblioteca,
due progetti per nuovi
eventi ed attrezzature

rossari-ev

Nella foto, Spazio Rossari al Museo Diotti

CASALMAGGIORE – Due progetti che hanno come obiettivo la promozione culturale e l’acquisto di nuove attrezzature per Museo Diotti e Biblioteca Civica Mortara sono stati candidati lunedì mattina ad altrettanti bandi regionali, dopo il sì della giunta comunale di Casalmaggiore del 18 luglio scorso. “Siamo partiti da un’esigenza – spiega l’assessore alla Cultura Pamela Carena -. Proporre mostre sempre più importanti al Museo Diotti significa avere a disposizione uno spazio in grado di accogliere opere di un certo rilievo in un contesto adeguato. Lo spazio Rossari può rivelarsi insufficiente quindi abbiamo pensato di migliorarlo con un allestimento mobile, con un più efficace impianto di illuminazione e un sistema di schermatura delle vetrate. Interventi che hanno un costo preventivato di circa 20mila euro. Dovessimo ottenere il contributo regionale, copriremmo il 60% della spesa, quindi 12mila euro. Il tutto, per valorizzare il patrimonio e i servizi museali”.

‘Io mi mangio la Luna – Expo spiegato ai bambini’ è invece il titolo del progetto da 14mila euro complessivi elaborato dall’ufficio cultura del comune casalese in accordo con Santina Maldotti della Biblioteca Mortara e i dirigenti dei plessi scolastici maggiorini. “L’intento – spiega Carena – è di raccontare l’esposizione universale ai bambini attraverso i cibi e le tipicità di casa nostra, con interventi di chi, nel nostro territorio. produce e lavora gli ingredienti delle nostre pietanze. Sono previste più azioni, una anche espositiva, con mappe storiche di Casalmaggiore”. Cibo come cultura e arte, per un progetto che, in caso di finanziamento, vedrà il Comune investire 5600 euro e Regione Lombardia contribuire per 8400 euro. Candidati lunedì mattina, i progetti verranno vagliati e nei prossimi mesi (“Speriamo entro l’inizio delle scuole”: così Carena) si saprà se potranno vedere la luce.

Simone Arrighi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti