Commenta

Beach volley ‘industria’
del divertimento
con la Pomì

pomì-beach-festa-stabili_ev

Nella foto un momento dell’esibizione e il pubblico

VICOBONEGHISIO (CASALMAGGIORE) – Un’isola di sabbia in piena zona industriale, un grande camion nella cui pancia è stata ricavata una consolle per deejay, gli immancabili “baracchini” per il bere e il mangiare che, per rendere l’idea del successo, hanno dovuto fare doppio rifornimento di birra e acqua. Una festa d’estate in piena regola, per tutti, sportivi e non, per godersi le bellezze del beach volley e osservare il meglio a livello nazionale – almeno stando ai titoli conquistati – di questo sport gemello della pallavolo indoor eppure così diverso. E’ stata una serata che ha idealmente chiuso il cerchio, e con esso la stagione 2014-2015, come ha ripetuto più volte Eugenio Stabili, padrone di casa al quale va il plauso dell’investimento e della preparazione di un campo ad hoc, che ha risposto perfettamente alle sollecitazioni e ha concesso anche ad altri ragazzini, poco dopo l’esibizione in due set delle atlete Pomì, qualche momento di svago. La dirigenza del club di Casalmaggiore era praticamente al completo: impossibile avere anticipazioni di mercato, nonostante le richieste pressanti, anche se qualcuno si lascia sfuggire che la novità del disgelo tra Usa e Cuba potrebbe riguardare da vicino proprio la Pomì (battute a parte, l’atteso opposto potrebbe davvero essere cubano). Tutti lunedì sera dalle 19 in avanti si sono soltanto impegnati a divertirsi, anche se messo così può sembrare un ossimoro.

Fare bella figura è un dovere per tutti: da Marco Botti e Giuseppe Pini, compagni durante la spedizione che ha portato uno Scudetto e una Coppa Italia in giro per le migliori spiagge d’Italia, e stavolta divisi e accaniti avversari, tanto da prendersela con gli arbitri ad ogni minima palla dubbia. Alla fine le blu di Botti (Giulia Pascucci, Diletta Sestini, Imma Sirressi, più le special guest Giorgia Rancati, 19enne di Offanengo, ed Elisa Vasta della selezione regionale di beach volley) vincono 18-16 il primo interminabile set, mentre le bianche di Pini (Rebecca Perry, Valeria Caracuta, Elisa Moncada e la new entry Silvia Bussoli, ex Cadelbosco) rispondono con il 15-8 del secondo. La “bella”? Non si gioca, perché di belle probabilmente ce n’erano già parecchie e così il salomonico 1-1 sancisce la fine della gara-esibizione davanti a un migliaio di persone calcolando il turn over, molte delle quali con maglietta celebrativa del tour del beach volley. In realtà mezzo set in più si gioca comunque, con squadre miste, mentre anche Giovanni Ghini, di solito dg, non sfigura nei panni dello speaker di turno. A proposito, nell’ultimo parziale giocano pure alcuni spettatori: tra questi il presidente rosa Massimo Boselli Botturi, trascinato quasi a forza che però non ha perso la voglia di vincere e infatti finisce nel team che si afferma, nel mini-set, per 8-7. Una serata di divertimento ripresa peraltro dalle telecamere del team di Nello Fochetti di “Pomì On the Beach”, trasmissione che ha accompagnato e accompagnerà in replica i tifosi rosa nelle prossime settimane su La Cinque. Non mancava, tra le curiosità, nemmeno un drone, che ha ripreso tutto dall’alto. Peraltro proprio la squadra di professionisti guidata da Fochetti ha ottenuto, come è stato rivelato in anteprima, un nuovo format ad agosto sul calcio sempre per i canali Mediaset. Un ulteriore salto di qualità. Come a dire che a forza di stare vicino a un club vincente, i successi arrivano per tutti.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti