Commenta

Premio Kramer al
turbine musicale del
maestro Enrico Intra

intra-premio-kramer-ev

Nella foto, la premiazione

RIVAROLO MANTOVANO – Il premio Gorni Kramer dopo l’assegnazione a precedenti miti della musica jazz, quest’anno è stato attribuito ad un altro mostro sacro della musica contemporanea il maestro Enrico Intra. La serata si è tenuta mercoledi nello splendido giardino interno della Cassa Rurale ed Artigiana di Rivarolo Mantovano per la disponibilità dei dirigenti che addirittura hanno dovuto far fronte alla foltissima partecipazione recuperando altre sedie permettendo a tutti di accomodarsi. L’evento, voluto undici anni fa dagli appassionati del jazz club Roberto Chiozzini di Mantova dallo scorso anno è stato trasferito a Rivarolo Mantovano, il paese in cui il nome di Kramer rappresenta un’icona non solo per ragioni anagrafiche. Ad aprire il concerto il trio di Fausto Beccalossi con Guido Bombardieri e Simone Guiducci. Beccalossi è un fisarmonicista cui ricorre spesso il grande chitarrista Andy Meola, anche per la sua gradevole caratteristica di accompagnare le note della fisarmonica con un sicronismo vocale originale e perfetto.

Spazio successivo ad un altro talento di Rivarolo il maestro Carlo Brunelli che con i brani eseguiti al pianoforte ha evocato le atmosfere della grandi serate sulle navi da crociera su cui ha passato gran parte della sua grande carriera professionale. A lui un encomio speciale consegnato direttamente dal sindaco Massimiliano Galli. Brunelli ha poi colto di sorpresa il pubblico presentando un suo allievo di 12 anni Tiziano Lorenzetti, una specie di enfant prodige, capace di esprimersi al pianoforte con una delicateźza sorprendente.

Un turbine di energia, nonostante l’età non più giovanissima, l’ospite della serata il maestro Intra, elargendo vivacità, simpatia e classe nell’esecuzione di alcuni pezzi assieme al trombettista, pure di Rivarolo, Emilio Soana, da lui definito senza esagerazioni la prima tromba di diverse primarie orchestre. Pezzi classici di vario genere oltre al jazz moderno con immancabili riferimenti alle piu celebri composizioni di Kramer, di cui purtroppo si è notata l’assenza di entrambe le figlie, Laura e Teresa. La serata, dopo la targa del premio consegnata a Intra, è continuata con altre esecuzioni dello straordinario trio Beccalossi, di cui il pubblico non avrebbe mai voluto giungese la fine dell’esibizione. A presentare la serata la presidente della Fondazione Sanguanini Alessandra Bongiovanni.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti