Commenta

Gussola, Centro
Natura Amica più bello
con il nuovo murales

asini-gussola-murales_ev

Nella foto un momento della festa

GUSSOLA – La sede del Centro Natura Amica di Gussola, da qualche anno ricavata in via XX settembre presso l’ex Mobilificio Scaravonati, da domenica sera ha un’opera d’arte in più. Un grande murales, inaugurato anche alla presenza del sindaco Stefano Belli Franzini e realizzato dai Madonnari del gruppo “Rodomonte Gonzaga” di Rivarolo Mantovano. Il soggetto, ovviamente, riprende da vicino i grandi protagonisti delle giornate, gli asini utilizzati per l’onoterapia e anche per fare compagnia ai bambini durante i vari centri estivi. Progetti partiti dalla Asl di Brescia e sbocciati poi a Gussola. In particolare sul murales sbucano Cassandra, l’asina di razza ragusana che da anni è il simbolo del Centro, e Rosalina, esemplare di razza amiatina dal caratteristico colore grigio, la cosiddetta nonna del gruppo.

E proprio ai più piccoli è stata dedicata, all’interno del programma della Fiera di San Lorenzo a Gussola, la mostra realizzata al primo piano dell’associazione, con una scenografia realizzata dai Maestri Artigiani di Padernello, provincia di Brescia, su indicazioni di Giacomo Andrico, scenografo bresciano di Borgo San Giacomo. Una mostra didattica in un luogo ricavato nella penombra, rischiarata soltanto da piccole luci artificiali corrispondenti agli occhi delle sagome degli asini nella mangiatoia, che tramite pannelli e cartoni animati con immagini in flash (più adatte all’apprendimento dei bambini) hanno ripercorso la storia dell’asino nella letteratura, nella poesia, nella storia, arrivando ai giorni nostri e lodandone la forza e la resistenza, il carattere mansueto, docile, testardo e anche prudente, le caratteristiche alimentari, il suo utilizzo anche durante i periodi di guerra oltre che di pace, e via discorrendo. Un vero e proprio check up a tutto tondo.

Una mostra con test, per così dire, dato che ai giovanissimi visitatori sono state consegnate anche schede con questionari inerenti la figura del quadrupede, per comprendere dalle risposte quanto la mostra sia stata in grado di insegnare. Ogni visitatore è entrato con una speciale pila sulla testa, data l’oscurità dell’ambiente, comunque a suo modo caratteristica: animali che vivono al massimo 40 anni ma che a Gussola hanno imparato ad apprezzare proprio nel Centro Natura Amica, operativo in località Valloni. Verso fine giornata, infine, gli stessi Madonnari di Rivarolo Mantovano che hanno decorato la sede di via XX settembre, pluripremiati nei vari concorsi ad hoc in giro per la provincia, hanno dato appuntamento a curiosi e appassionati sul piazzale della chiesa parrocchiale di Gussola, dove hanno mostrato i loro lavori ed effettuati brevi corsi per chiunque fosse interessato ad apprendere quest’arte antica e molto particolare.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti