Commenta

Un bottino di 15 euro
‘costa’ un anno e quattro
mesi ai domiciliari

carabinieri-arresto-ev

MANTOVA/VIADANA – Il bottino di 15 euro asportati dalle macchinette di merendine della casa di riposo gestita dalla Proges nell’ex ospedale di Viadana, è costato ai due colpevoli un anno e quattro mesi di reclusione, da scontare agli arresti domiciliari. Il 58enne F. L. e il 24enne A. S., ladri seriali di soldi dai distributori di cibo e bevande, arrestati mercoledì a Viadana dai Carabinieri dell’aliquota radiomobile dopo essere stati colti in flagranza di reato, sono stati processati per direttissima in Tribunale a Mantova.

Un rito abbreviato che ha visto il giudice Ivano Bragantini escludere aggravanti. La lieve entità del furto, 15 euro in monetine, ha fatto propendere per la pena detentiva ai domiciliari. Il 58enne è residente a Fabbrico mentre il 24enne vive a Guastalla con moglie e quattro figli.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti