2 Commenti

Il compagno va
a prostitute, lei lo
segue e volano botte

rissa-ev

PIADENA – Trasferta sfortunata da Piadena a Mantova per una signora di origini straniere: una breve vacanza che le è costata sette giorni di prognosi per le botte ricevute da un’altra donna. Il fatto è avvenuto domenica sera, nella città dei Gonzaga, dove una 26enne originaria della Costa d’Avorio si era recata assieme al suo compagno. Nel bel mezzo del week end però la donna si è accorta che il suo uomo, con una scusa, si era allontanato da lei per motivi non bene esplicati. Mossa da un sospetto e da un intuito che spesso il genere femminile possiede si è messa ad indagare arrivando a scoprire il percorso del compagno, anche lui ivoriano, che si era introdotto in un condominio nelle vicinanze.

Senza troppi scrupoli la 26enne vi si è introdotta venendo così a capire che quella era la sede di un’alcova dove una ragazza pure nigeriana, protetta dalla madre, esercitava l’attività di prostituta. Il colmo per la piadenese lo si è superato quando ha saputo che il suo uomo non era la prima volta che si recava in quell’ambiente dove tra l’altro non pagava nulla venendo a sua volta ricompensato per la prestazione che forniva.

La situazione ha provocato un mezzo scandalo con la 26enne che si è scontrata prima verbalmente poi con le mani con la mamma della rivale rimediando botte e contusioni tali da mandarla al Pronto Soccorso. Per lei sette giorni di prognosi con il ritorno a Piadena con lividi ed ecchimosi evidenti. La madre della rivale invece se l’è cavata con meno conseguenze a parte una maglietta strappata in seguito allla violenta colluttazione avvenuta nei pressi del condominio mantovano.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Matteo Bottoli

    Prostituzione all’incontrario?

  • Stefano Sanfelici

    ci vuole coraggio a scrivere una inutilità simile e ancor di più a pubblicarla: who cares?