Commenta

“Istituire un premio
internazionale
di musica”

municipio-comune-casalmaggiore-ev

Nella foto, il municipio di Casalmaggiore

CASALMAGGIORE – È un’idea sublime di cui vorrebbe non si scrivesse ancora nulla. Ma il contenuto del progetto è troppo altisonante per non diffonderlo, così come per lui, Massimo Araldi, è difficile tenerlo chiuso nello scrigno della sua mente. “Mi piacerebbe che Casalmaggiore diventasse sede di un Premio Internazionale di musica”: ha raccontato l’ex sindaco nonché membro dell’associazione Amici del Casalmaggiore International Music Festival, durante la conferenza stampa di presentazione del prossimo concerto della pianista Maria Perrotta al teatro comunale. Il tutto, davanti ad un Angelo Porzani rimasto a bocca aperta. “Non ne ho parlato neanche con te – così Araldi rivolgendosi proprio a Porzani – perché so che è una realizzazione difficile. Ma mi piacerebbe creare un Premio di 25 mila euro da assegnare stabilmente ogni anno al miglior pianista, al violinista e al quartetto sottoposti ad una giuria internazionale e competente per valorizzare i migliori talenti giovanili”. Certamente un sogno quello di Araldi che proietterebbe Casalmaggiore nell’olimpo, facendola diventare veramente una delle capitali della musica internazionale. Il problema è che per sostenere un’iniziativa del genere occorre disporre di un capitale economico di seicento mila euro per garantire una durata almeno decennale.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti