Commenta

E’ nato il Circolo
culturale Casalmaggiore
al Centro a S. Chiara

incontro-casalmaggiore-centro_ev

Nella foto un momento della serata

CASALMAGGIORE – Un incontro per parlare di tasse, e in particolare di Imu e Tasi, con un tributarista di fama nazionale, Giampaolo Tosoni, già sindaco di Roverbella e soprattutto articolista del Sole 24 Ore da inizio anni ’90, che spesso offre pareri autorevoli riguardo alle varie Finanziarie e ai Patti di Stabilità. Soprattutto l’occasione giusta per presentare alla cittadinanza il cambio di nominativo di Casalmaggiore al Centro, che da semplice lista elettorale diviene ora Circolo Culturale, con presidente Francesco Chiari e un consiglio direttivo a supporto.

Lo stesso Chiari ha presentato Tosoni alla cittadinanza intervenuta a Santa Chiara venerdì sera, per un incontro partecipato dal momento che ha spinto i presenti a porre molte domande: tra i più attivi e curiosi anche l’assessore al Bilancio del comune di Casalmaggiore Marco Poli, mentre la giunta comunale era rappresentata anche dal sindaco Filippo Bongiovanni e dagli assessori Sara Valentini e Gianfranco Salvatore. “Una giunta giovane e questo è positivo” ha spiegato lo stesso Tosoni. Tornando alla serata, lo spunto è stato dato dalle ultime novità legate anche alle promesse di Matteo Renzi, che dovrebbe togliere una parte della tassazione: logico insomma che il futuro e il destino di queste due imposte, pur essendo un tema molto tecnico, interessi da vicino la cittadinanza.

Per quanto concerne il nuovo Circolo Culturale l’idea è quella di organizzare più spesso incontri come questo, offrendo spunti su problematiche attuali e possibilmente anche locali, per fare da supporto, da pungolo e da stimolo per l’amministrazione comunale. Senza ghetti partitici, come è stato spiegato, il Circolo Culturale Casalmaggiore al Centro intende aprirsi al confronto anche con forze politiche differenti e magari lontane come idee, partendo però dal presupposto della ricerca del bene della comunità casalese. “Ogni critica dovrà essere costruttiva, così come il confronto: l’idea è quella di offrire ai cittadini, come questa sera – è stato ripetuto dai vertici del neonato Circolo – la possibilità di ascoltare, riflettere e poi porre domande, dialogando con esperti in ogni singola materia che verrà proposta”.

Una base di partenza che dovrà chiaramente anche portare a una sintesi tra le posizioni. Il secondo traguardo da raggiungere, invece, è quello di un ricambio generazionale, abbassando sensibilmente l’età media di chi si interessa dell’amministrazione e della politica locale. “Vogliamo offrire una proposta di cittadinanza attiva, dove tutti possano partecipare alla vita amministrativa” è stato chiarito in chiosa.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti