Commenta

Turismo ed Expo,
crescita tra le più
basse in regione

turismo-ev

Aumentati gli arrivi e i pernottamenti nelle strutture ricettive della provincia di Cremona ma il territorio non ha ingranato come avrebbe potuto e come hanno fatto quasi tutte le altre aree della Lombardia con l’Expo. E’ questo, in sintesi, il risultato di due indagini dell’Osservatorio Travel, realizzate dal Centro di ricerca per lo sviluppo del territorio dell’Università Cattaneo in collaborazione con Unioncamere Lombardia e Regione Lombardia: sotto la lente (con oltre 600 interviste a imprenditori rappresentativi del sistema della ricettività regionale, una ventina le rilevazioni in provincia) i periodi marzo-maggio 2015 e giugno-luglio 2015, messi a confronto con l’anno precedente.

In primavera nel territorio provinciale cremonese agli arrivi sono aumentati del 3,6% rispetto al 2014 (+4,4% negli alberghi e +2,2% nelle strutture extra-alberghiere) e le presenze (i pernottamenti) sono cresciute del 3,9% (+4,3% negli alberghi e +3,2% nelle strutture extra-alberghiere). Performance soddisfacenti (vedi prima tabella). Il discorso si fa però diverso osservando i dati del bimestre giugno-luglio. In provincia rispetto allo stesso periodo del 2014 gli arrivi sono aumentati solo del 2,4% (+0,8% negli alberghi e +6,5% nelle strutture extra-alberghiere) e i pernottamenti del 2,2% (+0,8% negli alberghi e +6,9% nelle strutture extra-alberghiere). Numeri ben al di sotto dei risultati ottenuti praticamente ovunque in Lombardia. Nella vicina provincia di Mantova, ad esempio, gli arrivi sono cresciuti dell’8,2% e i pernottamenti del 7,9% (vedi seconda tabella).

A differenza di molti altri territori “«faticano» un po’ ma sempre in un quadro positivo Cremona e Pavia”, si legge in un passaggio della sintesi dello studio. “Tutti i territori lombardi – è scritto in un altro passaggio – esibiscono ottime performance, con lievi ombre solo per Cremona e Pavia (ma anch’esse con segni positivi)”.

Michele Ferro

LE TABELLE

Primavera

Estate

Asterisco

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti