Commenta

Pomì corsara a
Bergamo: 3-1 prima
della Champions

bergamo-pomi-ev

Nella foto, un momento del match al PalaNorda

FOPPAPEDRETTI BERGAMO vs POMI’ CASALMAGGIORE 1-3 [ 25-23; 14-25; 13-25; 20-25]

FOPPAPEDRETTI BERGAMO: Mori, Plak, Frigo, Gennari, Cardullo, Aelbrecht, Paggi, Barun, Lo Bianco, Mambelli, Sylla. All.: Lavarini.

POMI’ CASALMAGGIORE: Bacchi, Lloyd, Sirressi, Cecchetto, Ferrara, Gibbemeyer, Cambi, Piccinini, Olivotto, Kozuch, Stevanovic, Tirozzi, Matuszkova. All.: Barbolini.

ARBITRI: Florian e Sessolo.

BERGAMO – Le rosa di coach Massimo Barbolini fanno visita alla Foppapedretti dell’ex Alessia Gennari nell’anticipo della seconda giornata di campionato.

PRIMO SET – L’equilibrio s’impadronisce dell’avvio fino a quando le rosa decidono di strappare: il +5 arriva con la fast di Gibbemeyer. Una passeggiata di salute per Tirozzi e compagne? Tutt’altro. Bergamo ricuce e torna in scia: il meno uno arriva sul 14-15 e una volta vicine le due squadre non si allontanano più. Kozuch trova spesso il taraflex ma qualche errore di troppo delle ospiti permette alla Foppapedretti di completare la rimonta. La connessione Lo Bianco – Sylla ribalta il vantaggio: 22-21. Un attacco out di Tirozzi consegna a Bergamo tre set point. I primi due vengono annullati: Stevanovic e Piccini. La battuta a rete di Tirozzi inchioda il tabellone: 25-23 e 1-0 Bergamo.

SECONDO SET – Al muro di Gibbemeyer risponde quello di Barun: un pallonetto di Kozuch, un fendente di Tirozzi e l’argine di Stevanovic valgono il 4-1 rosa e Lavarini chiede il time out. Il vantaggio rosa si riduce quando Sylla e Barun appesantiscono il colpo. Casalmaggiore però non vuole farsi sorprendere e torna ad alzare i giri infilando Bergamo fino al 5-11. La forbice si allarga e quando Lavarini spende il secondo time out la Pomì è avanti 15-8. Bergamo non riesce più a contenere le rosa che viaggiano spedite verso la conquista del parziale: il +10 arriva sul 22esimo punto casalese. Kozuch chiude il set: 14-25 e 1-1.

TERZO SET – Alla pipe di Gennari replicano subito le rosa: due punti filati di Kozuch portano in dote l’1-4. La regia di Lloyd funziona con Tirozzi, il muro di Stevanovic non crolla: Pomì sempre avanti con tre punti di margine. Il 5-9 è un lungo linea di Piccinini. Le campionesse d’Italia hanno capito la lezione del primo set e come accaduto nel secondo fanno lievitare il distacco: Lavarini richiama le sue quando il tabellone segna 10-19. Lloyd alterna tocchi decisivi a muri che mandano in tilt Sylla: 11-21. Il parziale si chiude con un +12: sempre Kozuch firma il 25esimo rosa e il conto dei set vede Casalmaggiore sul 2-1.

QUARTO SET – Bergamo si gioca il tutto per tutto e con le battute di Barun e la verve di Sylla resta incollata alla Pomì: 6-6. Si gioca punto a punto fino a quando il duello tra Kozuch e Sylla si sbilancia a favore della teutonica: 9-12. Schiacciata prima, ace poi: Plak indica alla Foppapedretti la strada della rimonta e sul 14-16 Barbolini decide di interrompere: time out per ridare fiato alla Pomì che al rientro rimette fieno in cascina. Kozuch sfonda il muro di Paggi e Casalmaggiore torna a +3. Poderose Gennari e Plak nel tenere a contatto Bergamo che risale fino al 19-19. Finale tiratissimo. Plak e Barun fuori giri: 20-22. Cambi in battuta crea qualche imbarazzo alla Foppapedretti: Stevanovic monetizza col muro del 20-23. Il punto esclamativo lo mette Terry Matuszkova: 20-25 e 3-1 Pomì.

Simone Arrighi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti