Commenta

Mensa, riattivato
il Pos. Con passata
Pomì in tavola…

tesolin-valentini_ev

Nella foto Tesolin e Valentini

CASALMAGGIORE – Novità per la mensa comunale di Casalmaggiore. L’assessore all’Istruzione Sara Valentini ha infatti indetto a nome dell’intera amministrazione una conferenza stampa giovedì mattina presso la sala Giunta per rendere noto che attraverso la collaborazione con l’Azienda Farmaceutica e tutto lo staff, rappresentato dal consigliere Carmen Tesolin, è stato risolto il problema tecnico e quindi riattivata la possibilità di effettuare il pagamento della mensa scolastica mediante POS presso le Farmacie Comunali di Casalmaggiore, Casalbellotto e Vicobellignano. Come noto il servizio era partito con il nuovo anno scolastico ma era stato sospeso per un alcune settimane a causa di un problema di tipo tecnico.

“Nell’ottica di offrire ai cittadini un servizio migliore siamo riusciti a ripristinare il funzionamento del POS nelle farmacie comunali – ha spiegato Valentini – dunque da oggi è possibile effettuare il pagamento anche tramite bancomat, mantenendo comunque l’opportunità di pagare in contanti”. Ecco dunque tutte le modalità di pagamento del Servizio Mensa per l’anno scolastico corrente: in contanti o tramite Bancomat presso le farmacie comunali di Casalmaggiore, Casalbellotto e Vicobellignano, muniti del codice PAN; tramite Bancomat presso lo sportello del CSC (Centro Servizi al Cittadino), muniti del codice PAN;  tramite Bancomat presso gli sportelli ATM del Gruppo Intesa Sanpaolo di tutta Italia; tramite carta di credito dal Portale Genitori, cui ci si può registrare accedendo dal sito del Comune di Casalmaggiore, nell’area ‘Mensa scolastica’ (sulla sinistra, in Home Page), seguendo la procedura indicata. Per i pagamenti tramite Bancomat e con carta di credito è necessario utilizzare il codice personale di ricarica che, come il Pan, è stato assegnato ad ogni consumatore al momento dell’iscrizione al servizio.

Per quanto concerne la mensa, poi, Valentini ha comunicato che “come già accennato pubblicamente nello scorso Consiglio Comunale, il percorso di coinvolgimento delle attività produttive del territorio sta proseguendo e, attraverso l’azione sinergica di tutti gli attori coinvolti Comune, Consorzio Casalasco, Markas, dai primi di ottobre la passata di pomodoro del Consorzio Casalasco di Rivarolo del Re ed Uniti è entrata a far parte dello schedario tecnico delle derrate e viene utilizzata per il pasto dei bambini. Si tratta di una importante conquista, mai ottenuta prima di oggi, nella valorizzazione dei prodotti alimentari del territorio. Come sapete la passata di pomodoro Pomi è ottenuta da materia prima delle nostre campagne, coltivata nelle nostre aziende agricole e lavorata al Consorzio del Pomodoro”.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti