Commenta

Affitto per la Consulta
del Volontariato?
Lo paga il Pd

comune-viadana_ev

Nella foto, il municipio di Viadana

VIADANA – Il gruppo di minoranza consiliare viadanese del Pd ha presentato una mozione per la prossima adunanza del parlamentino cittadino in merito ai costi sostenuti per l’affitto dei locali dalla consulta del volontariato. “La maggioranza – spiega il capogruppo Pd Nicola Federici – dopo la teoria Gender e dopo aver sostenuto le scie chimiche, presenta una mozione dove chiede di demolire la fontana in piazza, cioè buttare via altri soldi pubblici oltre a fare un danno erariale, per il quale, nel caso, non staremo li a guardare ma faremo subito esposto alla corte dei conti”. “Noi rimaniamo in mezzo alla gente e proponiamo le cose che servono ai cittadini – continua Federici -, infatti abbiamo presentato questa mozione, perché ad oggi l’amministrazione fa ancora pagare un contributo di costi alla consulta del volontariato per l’utilizzo della loro sede e da quello che ci risulta non vuole o comunque non ha ancora fatto niente per togliere l’onere a chi rappresenta quasi tutte le associazioni di volontariato del comune, da questo costo”.

“Ci fa sorridere – sottolinea Federici – come questa maggioranza leghista voglia buttare via i soldi per demolire una fontana e ci chiediamo come sia possibile che siano stati trovati 8000 euro per ufficio bandi, 9000 euro per una guardia giurata, 6000 euro per un addetto stampa e non siano stati trovati 500 per i volontari viadanesi?”. “Ricordiamo che questa è una decisione presa dal commissario prefettizio nel momento del rinnovo della convenzione – specifica Federici -. Le amministrazione precedenti non hanno mai fatto pagare niente, anzi davano un contributo alla consulta che poi decideva come distribuire alle proprie associazione in base ai progetti che presentavano. Nel caso l’amministrazione leghista non cambi idea, come Partito Democratico e gruppo consigliare del PD, siamo disposti a sostenere i tutti costi per prendere in affitto ad ogni loro riunione una sala civica, al posto della loro attuale sede”.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIOE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti