Commenta

Materna di Cappella,
niente Festa di Natale
Genitori infuriati

presepe-viadana_ev

Foto di repertorio

CAPPELLA (CASALMAGGIORE) – La Festa di Natale che salta, per lo meno nella sua concezione e realizzazione tradizionale, e i genitori, infuriati, che se la prendono, rivolgendosi anche alla stampa. Accade alla materna di Cappella, frazione di Casalmaggiore, dove in attesa del 25 dicembre, ogni anno, venivano organizzati eventi per i bambini, spesso autofinanziati dalla scuola e dai genitori con riffe, tombole o vendita di torte realizzate appositamente dalle mamme.

Stavolta no, stavolta non andrà così: e, sia chiaro, la vicenda non è nemmeno lontanamente paragonabile a quella che ha suscitato scalpore a Rozzano, dove il preside della scuola è stato accusato di avere negato la Festa di Natale per evitare problemi con bambini di altre culture. “Nella scuola di Cappella, infatti – spiegano i genitori interpellati – ci sono alcuni bambini di etnie diverse che però hanno sempre partecipato, negli anni scorsi, alla festa, prendendo parte ai canti di Natale e ad altre iniziative collaterali e aiutando anche nell’allestimento del presepe, senza problemi”.

Dunque, cos’è successo? “Qui sta il punto: abbiamo chiesto, nelle ultime settimane, perché nessuno si stesse muovendo. E nessuno ha mai risposto in modo chiaro: in passato si organizzava tutto con largo anticipo, con progetti educativi ben definiti che già qualche mese prima parlavano della Festa di Natale. Avevamo anche pagato una docente di musica, che insegnasse i canti di Natale ai bambini. Quest’anno, invece, nulla. L’unica risposta è giunta pochi giorni fa: ci hanno detto che avrebbero organizzato un mini evento presso il Santuario della Fontana. Togliere però completamente il contesto scolastico di una festa sempre pensata per la scuola materna, da anni, non è stato bello. Anche perché – ripetono i genitori – nessuno ci ha avvisato”.

Va detto tuttavia che lunedì mattina l’Istituto Comprensivo Diotti, dal quale dipende la scuola materna di Cappella, ha pubblicato un invito sul proprio sito internet ufficiale, chiedendo ai genitori di partecipare a tutte le iniziative sia dentro che fuori dal plesso scolastico: chiaro riferimento all’episodio della frazione casalese, dopo che in via ufficiosa era stato ricordato ai genitori che anche alla materna di Vicomoscano da qualche anno non si celebra la Festa di Natale. Una “giustificazione” probabilmente non sufficiente per molti genitori.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti