Commenta

“Nessuna festa di
Natale è saltata. Invito
i genitori al dialogo”

scuola-cappella-ev

Nella foto (GoogleMaps), la scuola di Cappella

CASALMAGGIORE – La direttrice scolastica dell’Istituto Comprensivo Diotti, Cinzia Dall’Asta, risponde alle dichiarazioni dei genitori che hanno fatto pervenire alla nostra redazione lamentele circa la mancata organizzazione della festa natalizia presso la scuola materna di Cappella, frazione di Casalmaggiore. “Pur riferendo che ‘la vicenda non è nemmeno paragonabile a quella che ha suscitato scalpore a Rozzano’ – scrive Dall’Asta citando l’articolo -, si alimenta la polemica di qualche genitore che, oltre a non chiedere spiegazioni direttamente al capo di Istituto, non ha neppure il coraggio di firmarsi. Tengo a precisare che gli unici ostacoli che si sono frapposti alla realizzazione di una festa di Natale ‘nella sua accezione tradizionale’, sono di natura esclusivamente organizzativa”.

“L’Istituto Diotti – spiega Dall’Asta – conta infatti, tra i suoi plessi, tre scuole dell’Infanzia (Cappella, Vicomoscano e Roncadello) e due scuole Primarie (Vicobellignano e Vicomoscano) oltre alla sede della secondaria di primo grado in Casalmaggiore. Per tale complessità, la gestione degli eventi quali le feste è concordata con la dirigenza, ma demandata alla valutazione dei docenti che, puntualmente, si confrontano coi rappresentanti dei genitori eletti nel plesso stesso. La maggior parte dei genitori che conosco di persona e ai quali vanno la mia stima e gratitudine, collabora attivamente alla realizzazione di iniziative a favore della scuola. Alcuni, pochi altri preferiscono remare contro nell’ombra”.

“Prova ne è che solo indirettamente mi era giunta voce di un non meglio documentato malumore relativamente alle attività previste per il plesso di Cappella – specifica la direttrice scolastica -. Nessun genitore si è rivolto a me direttamente per chiedere delucidazioni. Forse perché si tratta di una minoranza che cerca, comunque, di far prevalere la propria opinione su quella della maggioranza dei genitori? Neppure i genitori rappresentanti di Cappella, da me interpellati, hanno avuto lamentele al riguardo. E comunque sia, i bambini della scuola dell’Infanzia di Cappella hanno ricevuto venerdì 18 dicembre a pranzo la visita di Babbo Natale, hanno avuto la loro piccola sorpresa di Natale e si esibiranno domenica presso il Santuario della Fontana in canti natalizi preparati a scuola”.

“Nessuna festa è saltata – sottolinea Dall’Asta -. Falso è anche che alla materna di Vicomoscano non si celebri da qualche anno la festa di Natale. I bambini dell’Infanzia di Vicomoscano, per decisione dei docenti e condivisa coi genitori, festeggiano ogni anno tutti insieme nel plesso della adiacente scuola Primaria. Non proseguo enumerando le attività natalizie programmate in tutti i plessi per non tediare chi legge, ma la lista sarebbe ancora lunga. Invito quindi questi pochi e anonimi genitori a ricercare il dialogo con i rappresentanti che essi stessi hanno eletto, con le maestre dei propri figli e, se necessario, con la dirigente dell’Istituto. Li invito anche a rileggere, con una predisposizione d’animo più consona allo spirito natalizio, la lettera a loro inviata dalla sottoscritta qualche giorno fa”: di seguito il testo integrale.

OGGETTO: FESTIVITA’ NATALIZIE E DIALOGO INTERRELIGIOSO

Carissimi genitori,

spero di fare cosa gradita nel raggiungerVi per condividere con voi un pensiero di pace e serenità in questo momento di tensione e strumentalizzazione mediatica di alcune questioni riguardanti la scuola italiana.
Come ogni anno, in occasione delle festività natalizie, l’ IC Diotti cerca di dare spazio e voce alla tradizione cristiana, ma anche rispetto e rappresentatività a chi professa religioni diverse dal cattolicesimo.
Ogni plesso dell’Istituto organizza proposte ed iniziative diverse compatibilmente con le esigenze di servizio. I docenti si confrontano con i rappresentanti dei genitori trovando collaborazione, sensibilità, impegno, solidarietà e spirito di iniziativa. Chi organizza canti, concerti, scambio di auguri in orario scolastico o extrascolastico, chi sceglie, sempre in accordo coi genitori, di incontrarsi in un’altra location per ascoltare tutti insieme i canti natalizi dei propri bambini.
Nessuno è escluso, nessuno viene privato delle proprie radici e delle proprie tradizioni e anche l’invito e l’apertura alle famiglie di religione non cristiana viene fatto nella prospettiva del dialogo interreligioso e interculturale. Invito quindi tutti i genitori, compatibilmente con le proprie esigenze lavorative, a partecipare numerosi alle iniziative e ai festeggiamenti organizzati per il proprio plesso di appartenenza (Infanzia – Primaria – Secondaria di Primo Grado) e a condividere questi momenti di gioia insieme ai propri bambini senza distinzioni o divisioni di sorta!

Tanti auguri a tutti anche da parte mia!

La dirigente scolastica

dott. Cinzia Dall’ Asta

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti