Commenta

Marco Nereo Rotelli
conquista Parma e
illumina Piazza Duomo

piazza-duomo-parma-rotelli_ev

Nella foto Piazza Duomo illuminata da Rotelli (foto Repubblica Parma)

CASALMAGGIORE – Vi è un modo di dire diffuso secondo il quale nessuno è profeta in patria. Per giustificare i successi riscontati dagli artisti in genere quasi sempre lontano dai luoghi di origine. L’affermazione non si adatta a Marco Nereo Rotelli il quale, pur essendo nativo di Venezia, è stabilmente residente a Casalmaggiore nel cui circondario gode di una grande popolarità soprattutto a Parma, città in cui viene sovente  invitato.

Attualmente è creatore di straordinari effetti luminosi in Piazza Duomo che rivive un fascino ancor maggiore proprio grazie alle luci proiettate dall’eccellente e fantasioso architetto. Un artista le cui opere viaggiano attorno al mondo con rappresentazioni itineranti in Cina, Giappone e Messico con soggetti e oggetti sempre ispirati alla luce, che per l’artista costituisce anche un inno alla pace. Marco Nereo Rotelli trae sovente ispirazione dai canti poetici, “il cui apporto è fondamentale fidandomi delle loro parole che creano manti luminosi, inducendo allo stupore e aprendo la mente al possibile” ha dichiarato recentemente in un’intervista sulla Gazzetta di Parma, citando le collaborazioni con Adonis, Derek Walkott, Yang Lian arrivando anche agli italiani Maurizio Cucchi, Roberto Mussapi, Giuseppe Conte, Antonio Riccardi ed Emilio Zucchi.

Tornando al legame con Parma, distante solo una ventina di chilometri da Casalmaggiore, Rotelli ne spiega le ragioni dettate dalla presenza di tanti amici e dal buon cibo che si gusta nelle loro case, “perché anche il cibo è poesia e la gastronomia è pure luce” sottolinea l’artista casalasco ormai acquisito.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti