Commenta

Mantova 'phygital city'
con un'app made in
Casalmaggiore

Fabbricadigitale realizza, per la Capitale europea della Cultura, un'applicazione per dispositivi mobile che unisce esperienza fisica e digitale.
mantova-ev
Nella foto, Mantova

CASALMAGGIORE/MANTOVA – Mantova prima Phygital City Italiana: Fabbricadigitale, azienda casalese fornitore della piattaforma tecnologica che ha gestito per Telecom Italia l’esperienza digitale del visitatore di Expo 2015, in occasione di Mantova Capitale Italiana della Cultura 2016 lancia un nuovo progetto d’innovazione made in Italy. La città di Mantova, con il suo sindaco Mattia Palazzi, ha voluto raccogliere il testimone dell’esperienza di successo di Expo e diventare la prima città che adotta nativamente le più sofisticate tecnologie digitali al servizio di chi vive il suo territorio, sia esso turista o cittadino. “Mantova diviene la prima città italiana ad offrire un’esperienza innovativa che collega l’esigenza di vivere ‘fisicamente’ la città al supporto offerto da un assistente digitale che conosce i nostri gusti e le nostre preferenze”: spiega il Ceo di Fabbricadigitale Francesco Meneghetti. “Grazie ad un’attività in tempo reale di mappatura multidimensionale della città – prosegue – un motore di intelligenza artificiale accompagna nella migliore esperienza di vita, assecondando i nostri gusti e anticipando le nostre necessità. Le più avanzate tecnologie di machine learning basate sui big data analizzano in tempo reale ogni informazione della smartcity comprensivi dei contributi social che il sistema prevede possano essere offerti dai cittadini, dalle organizzazioni o dai visitatori stessi. Tramite un’app installata nel nostro smartphone o su digitotem distribuiti per la città; in costante relazione con una serie di devices posizionati capillarmente sul territorio, saremo in grado di dialogare attivamente con la città”.

“Potremo godere di ogni informazione utile – approfondisce Meneghetti – quali funzioni di realtà aumentata, video 3d, video 360°, guide assistite, segnalazioni dal traffico, orari e disponibilità di posti oppure compiere con facilità azioni quali comprare biglietti, evitare le code, prenotare un tavolo o decidere cosa fare nel tempo che ci resta. Una funzione di Phygital Commerce ci dirà tramite i nostri smartphone dove potremo trovare in città ciò di cui necessitiamo e ricevere offerte che incontrano i nostri gusti e le nostre preferenze di consumo. Verranno anche consigliati luoghi e percorsi d’acquisto situati nei dintorni della nostra posizione attuale o futura”.

“Questa soluzione – conclude il Ceo di Fabbricadigitale -, per la predisposizione a forme innovative di sponsorizzazione, può essere priva d’impatto economico per la pubblica amministrazione. L’evoluzione del concetto di smart city: la sintesi tra l’esperienza ‘fisica’ e l’esperienza ‘digitale’ diviene Phygital Experience. Da oggi Mantova è la prima Phygital City d’Italia”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti