Commenta

Un casalese a (Casa) Sanremo:
Ventura presenta "La spada
damasco" vicino al Festival

Ventura dal 10 al 14 febbraio prossimi, giorni in cui il 66esimo Festival della Canzone Italiana di Sanremo entrerà nel vivo (si parte martedì 9, per la precisione) sarà ospite nella città ligure presso “Casa Sanremo Writers”.
spada-damasco-ventura_ev

CASALMAGGIORE – Un casalese a Sanremo. Al Festival della canzone più famoso del mondo? Beh, non proprio anche se il periodo è quello e l’iniziativa alla quale Stefano Ventura parteciperà è collaterale rispetto al grande evento del Teatro Ariston. Ventura è noto in tutto il comprensorio per essere professore di educazione fisica: prima lo è stato al Polo Romani di Casalmaggiore e attualmente insegna presso l’Istituto Sanfelice di Viadana. Ma, come molti sapranno, il professore ha riscoperto negli ultimi anni una passione per la scrittura (e per i romanzi storici in particolare) che lo ha portato a produrre alcuni racconti. L’ultimo, “La spada damasco”, è il suo terzo romanzo, ambientato a Toledo: Ventura ripercorre il mito di Excalibur, la spada invincibile, e come detto ricalca gli stilemi del romanzo storico e avventuroso. Non a caso, “Cosmas l’eroe dell’Impero” ebbe un buon successo nel 2014, sempre sul solco di questa tipologia di narrazione, anche se ambientata in quel caso nell’antica Roma.

Ebbene, Ventura dal 10 al 14 febbraio prossimi, giorni in cui il 66esimo Festival della Canzone Italiana di Sanremo entrerà nel vivo (si parte martedì 9, per la precisione) sarà ospite nella città ligure presso “Casa Sanremo Writers”, ricavata all’interno della struttura del PalaFiori, molto vicino all’Ariston. “Book Sprint Edizioni”, che ha curato proprio “La spada damasco”, ha infatti deciso di organizzare eventi letterari che prevedono interviste in diretta streaming agli autori delle varie opere. Sarà possibile collegarsi tramite il sito della stessa casa editrice, che parteciperà a “Casa Sanremo writers” assieme a Gruppo Eventi, promuovendo dunque i suoi autori.

Giovanni Gardani 

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti