Commenta

Aido casalasco, una realtà
con 620 associati:
"Serve l'impegno di tutti"

Il gruppo comunale di Casalmaggiore, San Giovanni in Croce e Solarolo Rainerio verso il rinnovo del direttivo.
mazzini-casalmaggiore-aido_ev
Ambrogio Mazzini

CASALMAGGIORE – Il gruppo comunale Aido di Casalmaggiore, San Giovanni in Croce e Solarolo Raineri si avvicina all’appuntamento con l’assemblea elettiva, in programma sabato 27 febbraio nella sede casalese di via Bixio, nella sala riunioni dell’ex casa del mutilato. Dovranno essere rinnovate le cariche del consiglio direttivo e del collegio dei revisori dei conti. “Con questa assemblea si conclude un mandato quadriennale”: spiega il presidente Ambrogio Mazzini. “Siamo chiamati a rinnovare il direttivo per il quadriennio 2016/2020”. “In questo quadriennio – prosegue Mazzini – nonostante le diverse difficoltà organizzative e finanziarie, siamo riusciti a realizzare il nostro compito di divulgazione della cultura della donazione di organi tessuti e cellule finalizzata alla realizzazione dei trapianti ed una maggiore visibilità della nostra Associazione sul territorio, attraverso diverse iniziative”. Si tratta del Convegno sulla Donazione degli organi e relativi Trapianti in collaborazione con il Presidio Ospedaliero Oglio Po, del Concerto in Teatro Comunale a Casalmaggiore “un Concerto per la Vita” con relativi riconoscimenti alle famiglie dei donatori conosciuti di questi anni e agli operatori del Presidio Ospedaliero Oglio Po. Poi varie presenze e commemorazioni per i donatori conosciuti Alessandro Varasi, Romano Zanoni, Giuseppe Federici e Martina Paturzo. L’Aido casalasco ha inoltre sostenuto il Progetto Regionale “Donare gli Organi una scelta in Comune”, promosso Carta Enjoi AIDO/UBI Banca a sostegno dell’AIDO. “Sono stati anche organizzati dei presidi di informazione all’interno dell’ospedale Oglio Po in collaborazione con il dottore Luigi Borghesi, nostro associato”: sottolinea Mazzini.
L’Aido casalasco ha partecipato alla Campagna Nazionale Anthurium, raccolta fondi per la ricerca sui trapianti. A partire dal 2012, l’Aido è sempre stato presente nelle scuole: Convegno informativo All’Istituto Romani di Casalmaggiore
tenuto in Aula Magna da Fausto Giuliani dell’AIDO di Bergamo (130 alunni), diversi incontri in collaborazione con ASL Cremona e AIDO Provinciale all’Istituto G. Diotti di Casalmaggiore, progetto “Insieme per la Vita” come attività di divulgazione in favore di insegnanti, alunni e loro famigliari da realizzarsi nell’anno 2016 nelle scuole di Casalmaggiore e Viadana in collaborazione con il Cisvol.

“Inoltre su invito del Lions Club di Casalmaggiore il primo febbraio abbiamo svolto una conferenza-dibattito, in collaborazione con Admo Provinciale sul tema ‘La donazione del midollo osseo’ tenuta da Mauro Citterio dell’Admo Regionale, con la partecipazione di due donatori di midollo che hanno illustrato la loro reciproca esperienza, ottenendo un apprezzato risultato”: spiega Mazzini. “Questo dimostra che abbiamo in parte raggiunto il nostro obbiettivo di aumentare la nostra visibilità nel contesto della società civile e della cittadinanza, ma dobbiamo fare di più e l’obbiettivo che ci dobbiamo prefiggere è quello che con questa assemblea dobbiamo impegnarci a eleggere un Consiglio Direttivo rappresentativo di tutte le frazioni in modo che sia in grado di intrattenere rapporti con le diverse realtà locali, associazioni culturali, folcloristiche, comitati fiere, oratori e comunità parrocchiali, al fine di organizzare iniziative, incontri e seminari a doc per diffondere la cultura della donazione di organi perchè senza donazione non ci possono essere trapianti”.

“Dobbiamo impegnarci tutti a risvegliare prima in noi stessi, poi negli altri – esorta Mazzini -, la consapevolezza non solo di appartenenza ma l’orgoglio di far parte di una grande Associazione Nazionale che al momento attuale conta 1.300.000 associati ed opera costantemente nel diffondere e consolidare il concetto di solidarietà umana, sollecitando la cittadinanza sull’argomento della donazione post mortem di organi per scopi terapeutici, per incrementare i donatori effettivi, trovando così una soluzione alla carenza di organi disponibili, diminuendo i tempi di attesa dei pazienti con gravi malattie, che necessitano di un trapianto di organi per prolungare la loro speranza di vita”. Coloro che desiderano proporre la propria candidatura possono far pervenire preventivamente il proprio nominativo al 3492955350 oppure tramite
e-mail mazziniambrogio@alice.it , al fax 037542856 o segnalarlo direttamente il giorno dell’Assemblea Elettiva. “Questo serve da invito pubblico a tutti i nostri 620 associati ad una partecipazione massiccia all’Assemblea – chiosa Mazzini -, come segno di solidarietà a chi gestirà il nostro Gruppo Comunale per il prossimo quadriennio”.

© Riproduzione riservata
Tags
Commenti