Commenta

Che duello a Novara:
la Pomì cede solo
al tie break

La Igor Gorgonzola scappa subito sul 2-0, poi Casalmaggiore recupera e porta la sfida al quinto set, che le piemontesi vincono con i colpi decisivi di Cruz.
novara-pomi-ev
Un momento del match

Lega Volley femminile, serie A1, sesta giornata di ritorno

Igor Gorgonzola Novara – Pomì Casalmaggiore 3-2 [25-19; 25-21; 18-25; 23-25; 15-11]

Novara: Fawcett 11, Bruno ne, Wawrzyniak 2, Malesevic 2, Guiggi 16, Cruz 22, Bonifacio 7, Chirichella ne, Sansonna (L), Signorile, Bosetti ne, Mabilo, Bosio, Fabris 22. Allenatore Fenoglio, vice Adami.
Casalmaggiore: Bacchi 3, Lloyd 2, Sirressi (L), Cecchetto ne, Ferrara ne, Gibbemeyer 9, Cambi, Piccinini 6, Olivotto ne, Kozuch 27, Stevanovic 13, Tirozzi 11. Allenatore Barbolini, vice Bolzoni.
Durata set: 26’, 30’, 23’, 32’, 17’.
Muri punto: Igor 7, Pomì 8.
Ace: Igor 5, Pomì 8.
Arbitri: Puecher – Florian.

La Pomì Casalmaggiore torna nel palazzetto che la vide festeggiare lo scudetto il 16 maggio dello scorso anno: al PalaTerdoppio di Novara il big match di giornata va in scena di sabato sera. Il replay della sfida scudetto, divenuta poi duello di Supercoppa, con esiti rosa in entrambe le occasioni, si apre con una Igor che, a dispetto dell’impegno ravvicinato in coppa Cev, attacca meglio il match evidenziando qualche problema di troppo tra le ragazze di Casalmaggiore. Con Cruz e Fabris subito calde, le piemontesi prendono il largo e conquistano il primo set 25-19. Il secondo parziale è più equilibrato ma il ventesimo punto della Igor manda su tutte le furie Barbolini e spegne la luce in casa Pomì: finisce 25-21. Casalmaggiore s’è desta nel terzo set: Tirozzi suona la carica (che colpo il diagonale del 7-9!), Stevanovic diventa più efficace e con la costanza di Kozuch le rosa riaprono il duello (18-25). Nel quarto set Sirressi rivitalizza palloni pesanti, ma qualche errore di troppo delle compagne permette a Novara di restare sul pezzo: il parziale più equilibrato termina 23-25 e si va al tie break. Al quinto, sale in cattedra Cruz: sue le sberle che decidono il match, 15-11.

Il commento di Massimo Boselli Botturi, patron Pomì: “Risultato giusto: Novara, nonostante i molti chilometri di volo e la partita infrasettimanale disputata, ha voluto e cercato la vittoria più di noi. Credo sia doveroso un commento sugli arbitri: sarebbe meglio se la Federazione si impegnasse un po’ di più nella formazione e selezione dei direttori di gara. Oggi lo spettacolo peggiore sono stati loro”.

© Riproduzione riservata
Commenti