Commenta

Nasce un nuovo parco in zona
Baslenga: e per ogni tiglio
c'è un bimbo residente

Accanto a ciascuna pianta è stata posizionata una lavagnetta: sopra questa è stato inserito il nome di ciascuna famiglia del quartiere. L’idea è che ad ogni bambino corrisponda un tiglio, così che i giovanissimi si prendano cura di fare crescere le piante.
inaugurazione-parco-baslenga_ev
Nella foto un momento dell'inaugurazione

CASALMAGGIORE – Casalmaggiore torna a respirare ossigeno, e lo fa con la creazione di nuovi parchi voluti fortemente dai privati e a costo zero per le casse comunali. Un’iniziativa davvero meritoria è stata quella portata avanti nei giorni scorsi dai residenti del Quartiere Baslenga e giunta nel pomeriggio di sabato all’inaugurazione: è stato creato infatti un nuovo parco, peraltro a pochi metri di distanza in linea d’aria da quello antistante la chiesetta di Santa Maria a Vicobellignano, voluto in quel caso dal Rotary e realizzato solo poche settimane fa.

Un parco che ha una valenza educativa ed ambientale molto forte in particolare verso le giovani leve, tanto che non è un caso che all’inaugurazione, accanto al sindaco Filippo Bongiovanni e al parroco di Vicobellignano e Agoiolo don Gabriele Bonoldi che ha benedetto la nuova zona verde, fossero presenti soprattutto i piccoli residenti del quartiere. Ventitré nuovi tigli sono stati piantumati sin dalle prime ore della mattinata grazie ad un mezzo meccanico, tanto che alle ore 15 si è trattato semplicemente di rifinire l’opera e di inaugurarla.

Accanto a ciascuna pianta è stata posizionata una lavagnetta: sopra questa è stato scritto il nome di ciascuna famiglia del quartiere. L’idea è che ad ogni bambino presente corrisponda un tiglio, così che i giovanissimi si prendano cura di fare crescere le piante negli anni a venire. Una forma di responsabilizzazione simpatica e al contempo matura e azzeccata. I residenti del Quartiere Baslenga, coordinati nel lavoro da Andrea Visioli che con il suo studio immobiliare ha ideato e strutturato il progetto, hanno ringraziato oltre allo stesso Visioli per l’apprezzata idea, il dottor Alessandro Maroli, che ha donato i 23 tigli dopo averli acquistati, oltre all’Immobiliare Casamia, proprietaria del terreno (che per una piccola striscia è pure comunale), che ha concesso la piantumazione.

Peraltro il parco è destinato a crescere presto: i residenti infatti hanno promesso di posizionare giochi, scivoli e panchine, per completare l’opera già nei prossimi mesi. Questi accessori saranno pagati con l’incasso delle feste, in genere primaverili ed estivi, che il Quartiere Baslenga ogni anno organizza.

Giovanni Gardani 

© Riproduzione riservata
Commenti