Commenta

La paura e poi...
il lieto evento

Parto travagliato per una mamma di origini indiane: avverte i dolori a casa ma non ha l'auto per correre in ospedale. E nemmeno i vicini sono "attrezzati".
croce-verde_ev
CIZZOLO (VIADANA) – Dallo spavento, un grande spavento, al lieto fine e alla gioia. Accade tutto a Cizzolo, frazione di Viadana, nella mattinata di sabato poco dopo le ore 7.30. In viale Mentana vive infatti una coppia di giovani ragazzi di origine indiana, che hanno anche una bimba di 5 anni. Da lì partono l’allarme e soprattutto la chiamata al 118: genericamente si parla inizialmente di un malore, che fa arrivare sul posto ambulanza della Croce Verde e auto medica. Ad accusare seri problemi è la ragazza, di 28 anni, che compone la coppia. Particolare importante: la ragazza è incinta e il grande spavento deriva dal fatto che la bambina, la seconda della coppia, ha deciso di nascere in lieve anticipo sui tempi previsti. Il problema è che la coppia non ha un’auto e non ha parenti in zona ai quali chiedere un passaggio, dunque è costretta a chiamare l’ambulanza: la 28enne però accusa dolori molto forti e per qualche istante si teme davvero il peggio. Alla fine i sanitari arrivano sul posto, intervengono prontamente e poi ricoverano la giovane all’ospedale Oglio Po di Vicomoscano. La ragazza arriva al nosocomio in codice giallo: ancora un po’ di apprensione, poi il lieto fine. La bambina nasce e sta bene, la mamma pure. E in viale Mentana è festa pure per i vicini di casa, purtroppo non automuniti ma che hanno vissuto con tanta trepidazione i primi momenti e la mattinata travagliata e chiudono la giornata partecipando alla grande gioia.

© Riproduzione riservata
Commenti