Commenta

Da San Giovanni a San Pietro:
l'emozione dei pellegrini
casalaschi

Dall'unità pastorale del comune del territorio casalasco sono partiti i fedeli che mercoledì mattina hanno presenziato all'udienza di Papa Francesco.
papa-francesco-vaticano-ev
I pellegrini in piazza San Pietro

SAN GIOVANNI IN CROCE / ROMA – Sono giunti ai cancelli di San Pietro intorno alle 8 di mercoledì 24 febbraio gli oltre 250 cremonesi che da lunedì 22 stanno prendendo parte al pellegrinaggio giubilare a Roma promosso dal Segretariato diocesano pellegrinaggi, diretto da don Roberto Rota, con l’assistenza tecnica dell’agenzia viaggi Profilotours, presente con il suo direttore Gianluigi Gremizzi. A guidare il pellegrinaggio il vescovo di Cremona, mons. Antonio Napolioni. Presente anche l’emerito mons. Dante Lafranconi. I due Vescovi hanno seguito l’udienza ai lati dell’altare papale, a pochi passi da Papa Francesco. Un posto privilegiato è stato riservato anche a una piccola delegazione cremonese. Il resto del gruppo ha preso posto, invece, nell’area riservata proprio di fronte all’altare papale. Presenti le comunità di Castelverde, Boschetto, Caravaggio, Brignano, Vailate, l’unità pastorale di San Giovanni in Croce, San Felice, Persico-Dosimo, Castelleone, Crotta d’Adda, oltre a diversi pellegrini dalla città di Cremona. I cremonesi hanno potuto seguire tutta l’udienza in “prima fila”. I momenti in attesa del Papa sono stati vissuti nella preghiera e non senza alcuni momenti di euforia, come quando lo speaker che annuncia la presenza in piazza dei vari gruppi ha presentato il pellegrinaggio della Diocesi di Cremona.

© Riproduzione riservata
Commenti