Commenta

"Tra cascine e pievi":
rilancio del distretto
tra cremonese e casalasco

Costituito nel 2010 aveva ottenuto, con il terzo e quarto bando regionale un contributo di circa duecentomila euro.
cella-dati-ev
Il municipio di Cella Dati

CELLA DATI – “Tra cascine e pievi”, distretto diffuso del commercio che riunisce i comuni tra Cremona e il casalasco, rilancia il proprio impegno per la valorizzazione del territorio immerso nella “bassa”. Costituito nel 2010 aveva ottenuto, con il terzo e quarto bando regionale un contributo di circa duecentomila euro che avevano permesso investimenti per un importo di quasi mezzo milione di euro. Fondi che avevano permesso, in diversi Comuni, di migliorare l’arredo urbano, l’illuminazione, la segnaletica, solo per citare qualche esempio. Poi i Comuni del Distretto, in accordo con le linee di indirizzo della Giunta Maroni, avevano partecipato al Distretto sull’attrattività, orientato al turismo anche in funzione di Expo, con un progetto che in una graduatoria di merito si era classificato ai primi posti in Lombardia.

“Ora è giusto proseguire con il lavoro sul Distretto “Tra cascine e pievi” – dichiarano i sindaci coinvolti -. Una volontà testimoniata da tutti i comuni coinvolti ai quali si aggiunge Cicognolo”. Che va ad aggiungersi a Sospiro, come capofila, Cella Dati, Stagno Lombardo, Vescovato, Bonemerse, Pieve d’Olmi e Malagnino. Confermato anche il ruolo di manager a Confcommercio, ad indicare la soddisfazione per quanto è stato realizzato fino ad oggi. “Vogliamo rilanciare il Distretto facendo rete – conferma Andrea Badioni, di Confcommercio – C’è una sinergia importante tra i Comuni. Ma anche le nostre imprese sono pronte a fare la loro parte. Mettere in rete le risorse di un territorio è necessario per valorizzarlo. non è una sfida solo economica, piuttosto sociale e culturale. Obiettivo comune è attraverso il commercio e le altre realtà della cultura e del volontariato mantenere vivi i nostri piccoli comuni” Anche per questo la “cabina di regia”, che già riunisce amministratori e i rappresentanti di Confcommercio ha già programmato tre incontri con le imprese. Tutti sono in programma alle 21 presso le sedi dei Comuni. Il primo appuntamento è in programma martedì 1 marzo a Cicognolo, i successivi lunedì 7 a Bonemerse e il 14 a Vescovato.

“Vogliamo metterci all’ascolto e costruire insieme, condividere proposte e renderle più efficaci, dare valore all’esperienza di chi, quotidianamente, offre un servizio alla comunità locale”, continua Andrea Badioni.  “Centrale è il tema del marketing territoriale. Il nostro territorio ha caratteristiche uniche, una identità strettamente legata ai ritmi e alla bellezza della vita contadina. – conclude Paolo Abruzzi – Insieme vogliamo valorizzare gli eventi  ormai tradizionali ma anche proporre nuove occasioni di incontro che sappiano far conoscere i nostri paesi anche a chi arriva dal circondario o dalle province limitrofe”.

© Riproduzione riservata
Commenti