Commenta

Fondazione Aragona:
Ceresini si dimette,
Marchini nuovo presidente

Molteni diventa vice presidente. L'ex sindaco di San Giovanni in Croce rinominato consigliere.
aragona-ev
L'ingresso della Fondazione Aragona di San Giovanni in Croce

SAN GIOVANNI IN CROCE – Cambio al vertice della Fondazione Aragona, attraversata nelle ultime settimane da roventi polemiche. Lunedì il Cda ha registrato le dimissioni da consigliere di Vittorio Ceresini, membro designato dal Comune di San Giovanni in Croce. Dimissioni giustificate da “motivazioni personali” che hanno comportato la decadenza di Ceresini da presidente della Fondazione. Martedì il sindaco di San Giovanni in Croce Pierguido Asinari ha rinominato Ceresini come consigliere. Mercoledì mattina alle ore 10,30 si è tenuta in seno alla Fondazione la riunione del Cda. Il nuovo presidente è Luigia Marchini, di Martignana di Po, “promossa” dalla carica di vice che verrà ricoperta dal consigliere referente per il Comune di Casteldidone, Luca Molteni.

Il rimpasto del Cda avrà seguito sino al 5 ottobre prossimo, giorno di scadenza del mandato quadriennale. L’indomani, verrà nominato un nuovo consiglio di amministrazione. Fino a quella data, Luigia Marchini si è detta responsabile di “doversi impegnare per il bene della Fondazione, degli oltre cento dipendenti e duecento posti letto da difendere”. Il nuovo presidente coglie l’occasione per elogiare il lavoro del direttore sanitario nominato lo scorso 15 febbraio: “La dottoressa Antonella Spina, già direttore sanitario della Fondazione Germani di Cingia de’ Botti, si sta dimostrando persona molto valida”.

Simone Arrighi e Rosario Pisani

© Riproduzione riservata
Commenti