Commenta

Ospedale Oglio Po
in rosa per l'open day
dedicato alla donna

Grande partecipazione alla giornata di visite gratuite riservata alle donne, come da tradizione in occasione dell'8 marzo.
oglio-po-ev

CASALMAGGIORE – “Nel segno della tradizione, ma con una nuova e significativa apertura al territorio, anche quest’anno l’ASST di Cremona ha dedicato l’8 marzo alla salute delle donne che hanno partecipato numerose e con interesse: le persone intervenute sono 937 – spiega Camillo Rossi (Direttore Generale ASST di Cremona). Oltre alle visite senologiche, ginecologiche e alla valutazione del rischio di tromboembolismo venoso, l’iniziativa “consulta il consultorio” è stata particolarmente gradita dall’intero nucleo familiare come momento di incontro e confronto rispetto a temi essenziali quali allattamento e genitorialità.

Importante è stata la presenza delle assistenti sanitarie dell’ATS della Val Padana per il counseling, la promozione di salute e screening. Sono contento che, per la prima volta, la giornata abbia dedicato spazio ai giovani, alle tematiche adolescenziali e ai bambini con la bella iniziativa “nati per leggere”. Ringrazio tutti gli operatori dell’Ospedale di Cremona, dell’Ospedale Oglio Po e dei servizi territoriali che hanno reso possibile la realizzazione dell’Open Day. Un ringraziamento particolare è rivolto alle associazioni di volontariato che hanno collaborato con noi attraverso la loro presenza e sostegno, un aiuto prezioso e per nulla scontato sul quale sappiamo di poter contare”.

L’evento si è svolto in collaborazione con ATS della Val Padana, Fondazione Opera Pia Luigi Mazza, Apom, Aipa, Amici dell’Ospedale, Croce Rossa Italiana, Andos, Amici dell’Oglio Po, Aida, Donne Senza Frontiere, Ipasvi e Avulss. Obiettivo precipuo dell’Open Day è quello di diffondere la cultura della informazione e prevenzione sulla base del noto principio “prevenire è meglio che curare”. Se è vero che la diagnosi precoce favorisce e facilita la cura e in molti casi garantisce la guarigione, è altrettanto vero che il timore della malattia porta, spesso, a rimuovere il rischio. Per questo è importante non dare nulla per scontato e alimentare la corretta informazione rivolta al cittadino.

L’iniziativa è patrocinata da Comune di Cremona, Provincia di Cremona, Comune di Casalmaggiore, Comune di Pizzighettone, Ufficio Consigliera di Parità della provincia di Cremona.

redazione@oglioponews.it

 

© Riproduzione riservata
Commenti